Milan Longevity Summit, al termine i lavori su scienza e miti della Longevità

Pubblicato il 27 Marzo 2024 in da redazione grey-panthers
Milan Longevity Summit

Ultimi appuntamenti per il Longevity Summit di Milano, una serie di eventi per puntare sguardo e attenzione su Scienza e Miti nella corsa alla Longevità

La domanda è sicuramente importante: come la scienza prolungherà le nostre vite e come cambieranno l’organizzazione sociale, il lavoro, l’economia e la pianificazione urbana? La sfida è ormai attiva.

L’Italia fucina di cambiamento

Il 26 marzo si è tenuto un evento di grande importanza istituzionale organizzato dalla Fondazione Aeon presso il MEET Digital Culture Center. I lavori si concentrano sull’impatto della rivoluzione della longevità in Italia, esplorando in particolare il suo peso e significato nel contesto italiano. Per illustrare questo tema, in linea con l’approccio multidisciplinare e multilivello di Aeon, i panel copriranno diversi punti di vista. Quello istituzionale, che includerà figure come Elsa Fornero e l’Onorevole Elena Bonetti, metterà in luce il ruolo demografico della longevità. La sessione medico-scientifica, mirata a definire la medicina della longevità, vedrà la partecipazione del Professor Roberto Bernabei e di Silvio Garattini, fondatore dell’Istituto Mario Negri. Il panel business coinvolge manager di spicco come Giovanna Gigliotti, CEO di UniSalute, Luca Magnani, Direttore Assicurazione Qualità di Esselunga, Stefano Malagoli, Partner di Quadrivio Silver Economy Fund e Annarosa Racca, Presidente di Federfarma Lombardia. Il panel scientifico presenterà esperti come Andrea Maier, ricercatrice alla National University of Singapore (NUS), Anna Erat, Direttrice Medica del Longevity Center di Zurigo e Marco Quarta, CEO di Rubedo Life Sciences e una lectio magistralis di Simone Bianco di Altos Labs. Inoltre, l’evento è un’occasione di confronto per il mondo del business, coinvolgendo sia chi già opera nel campo della longevità sia chi ne riconosce il potenziale inesplorato.

L’intervento di Silvio Garattini, fondatore dell’Istituto Mario Negri, organizzato dalla Fondazione Aeon presso il MEET Digital Culture Center:

 

Longevità e terzo settore, binomi vincente

Il 26 marzo è organizzato presso la Social Innovation Academy di MIND – Milano Innovation District di Milano l’incontro “L’impatto sociale ed economico di una longevità sana, attiva e accessibile a tutti. L’alleanza tra Terzo settore, il mondo della Ricerca e Pubblica Amministrazione”, organizzato da Fondazione Triulza, Auser Lombardia e Anteas Lombardia, in collaborazione con Fondazione di Comunità Milano. Il tema è l’impatto sociale ed economico di una longevità sana, attiva e accessibile a tutti, che consenta ai cittadini e alle cittadine che hanno concluso la carriera lavorativa di donare competenze, tempo e risorse alla propria comunità.  Esperti di welfare e invecchiamento attivo, rappresentanti delle istituzioni pubbliche e della filantropia si confrontano su come progettare una nuova alleanza del Terzo settore con il mondo della Ricerca e della Pubblica Amministrazione. Verranno presentate ricerche ed esperienze – regionali e nazionali – che fanno emergere il ruolo delle reti territoriali per la generatività della Silver Age.  Si parla anche di come rispondere ai nuovi bisogni delle persone mature attraverso le leve offerte dalle nuove tecnologie e di diversi progetti di dialogo e scambio intergenerazionale.

Un focus particolare sulle piattaforme di welfare di Francesco Longo, Direttore del Centro di ricerca sulla gestione dell’assistenza sanitaria (Cergas) Università Bocconi di Milano. Una tavola rotonda sull’impatto sociale ed economico delle reti territoriali, Socializzazione, Stili di Vita, Cultura e Turismo e Digitalizzazione con Fulvia Colombini (Presidente Auser Lombardia), Gloria Bertolotti (Presidente Anteas Lombardia), Lamberto Bertolé (Assessore al Welfare e Salute Comune di Milano) e Filippo Petrolati (Direttore Fondazione di Comunità Milano).

Il legame tra benessere e processi di invecchiamento

Il 27 marzo, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano Statale, una giornata che ha l’obiettivo di fornire un’approfondita analisi del legame tra benessere e processi di invecchiamento, affrontando la tematica sia dal punto di vista filosofico, epistemologico ed estetico, grazie al contributo del Rettore Elio Franzini, sia da una prospettiva biologica, che spazierà tra le neuroscienze, l’immunologia e l’epigenetica, con l’introduzione della Prorettrice Vicaria e alla Ricerca Maria Pia Abbracchio. Durante l’evento saranno presentate relazioni scientifiche sia al mattino che al pomeriggio, accompagnate da testimonianze culturali e dalla presentazione di ricerche scientifiche originali. La giornata culminerà in una tavola rotonda conclusiva, moderata da Viviana Kasam. Alla sera, in Aula Magna è previsto un concerto di chiusura dell’Orchestra dell’Università degli Studi di Milano Statale diretto da Luisella Molina. Il Concerto Brain Wellness (ore 20.30), un’occasione musicale di benessere, che coinvolge attivamente pubblico, scienziati e musicisti, con lo scopo di regalare un’esperienza emozionale che evidenzi concretamente il ruolo positivo di arte e musica nella promozione e protezione della salute.

In mostra la giovinezza eterna, ma digitale

Fino a domenica 2 giugno 2024, Meet Digital Culture Center ospita la mostra collettiva Forever YoungThe Dorian Gray Syndrome, a cura di Maria Grazia Mattei, fondatrice e presidente di MEET, e di Clement Thibault, direttore delle Arti visive e digitali presso il polo di innovazione culturale Le Cube Garges a Garges-lès-Gonesse, in Francia. La mostra offre una riflessione inedita sul tema, attraverso i lavori di 12 artisti della scena della Digital Art, per indagare nel profondo del digitale portando alla luce anche il modo in cui i temi trattati si riflettono sulla vita reale, in perfetta sintonia con il modus operandi di MEET. Un’analisi del modo in cui la società odierna implementa soluzioni tecnologiche innovative per creare rappresentazioni di sé in tempo reale, virtuali e in continua evoluzione.

Milan Longevity Summit
nès Alpha – Esempio di AR make-up (realizzato con filtri che non mascherano più il volto di chi li indossa, ma che permettono di esprimere le proprie emozioni e di rivelare la propria personalità

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.