Parafarmaci e integratori non sono mai detraibili nel 730

Pubblicato il 28 Maggio 2024 in , , da redazione grey-panthers
parafarmaci

Le spese per parafarmaci, integratori alimentari, prodotti fitoterapici e colliri oftalmici non sono detraibili nel 730 neppure se prescritti dal medico

Non è mai possibile inserire i parafarmaci e gli integratori alimentari tra le spese sanitarie detraibili nel Modello 730. Questo limite riguarda anche i prodotti fitoterapici o a base di erbe e colliri oftalmici, i cui costi appartengono alla categoria delle spese indetraibili. Non si sono scaricare in dichiarazione dei redditi neppure se acquistati in farmacia e prescritti dal medico a scopo terapeutico.

L’Agenzia delle Entrate, con circolare n. 24/E del 2022, ha messo nero su bianco le regole legate alla detraibilità delle spese sanitarie per le quali è riconosciuta la deduzione o la detrazione d’imposta relativamente a specifiche categorie di prodotti: “È esclusa la detraibilità o deducibilità della spesa relativa all’acquisto di “parafarmaci”, quali ad esempio integratori alimentari, prodotti fitoterapici, colliri e pomate, anche se acquistati in farmacia, e anche se assunti a scopo terapeutico su prescrizione medica (Risoluzione 22.10.2008 n. 396/E)”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.