Musica

La mia Musica.
Suggerimenti d’ascolto

di Ferruccio Nuzzo
Da qualche tempo la mia musica è costituita soprattutto – se non esclusivamente – dai cd; dopo tanti anni di critica musicale e discografica – sui giornali e alla radio, in Italia e in Francia, dove vivo ormai da vent’anni – mi sono ritirato in campagna e i miei concerti me li organizzo io, davanti al caminetto o a un tramonto coreografico – dipende dal programma e dalla meteorologia…
Il mercato del disco soffre, non ce la fa più, sta per tirar l’ultimo respiro – ormai sono anni che ce lo raccontano – ma continua a sorprenderci con apparizioni nutrite più dalla passione e dalle energie dei giovani interpreti che dagli interessi commerciali delle majors (Emi, Decca, Universal, RCA…).
Cercherò di condividere con voi le più entusiasmanti di queste sorprese, sperando di iniziare uno scambio che mi permetterà di far evolvere la rubrica secondo i vostri interessi e le nostre comuni passioni. Si tratterà di rapide presentazioni dei miei «coups de coeur», accompagnate dalla possibilità di brevi ascolti di estratti dei cd presentati.
Conto quindi sulle vostre reazioni e commenti, e che la mia cassetta delle lettere sia sempre piena di musica per voi!
Buon ascolto! Ferruccio Nuzzo

CD e altre musiche di ottobre, di Ferruccio Nuzzo

La prima pietra dell’integrale della musica per organo e clavicembalo di Bach affidata al genio di Benjamin Alard. Poi le composizioni del più frivolo organista Lefébure-Wely, musica da camera di Hindemith e un caleidoscopio contemporaneo per il trio con clarinetto di Messina, Demarquette, Chiovetta.

CD e altre musiche di settembre, di Ferruccio Nuzzo

Philippe Jaroussky nella registrazione dell’inedita versione napoletana dell’Orfeo e Euridice di Christoph Willibald Gluck, una splendida versione di tre Sonate romantiche francesi per violoncello e pianoforte per il Duo Luperca e canzoni spagnole per il duo voce e chitarra di Mélodie Ruvio e Benjamin Valette.

CD e altre musiche di agosto, di Ferruccio Nuzzo

La resurrezione di una composizione storica che accompagnò la prima esecuzione del Bolero di Ravel e che ha la pianola come solista, 4 cd dedicati ai protagonisti del Concorso Regina Elisabetta del Belgio per il violoncello ed i quattro penultimi cd della collezione dedicata ai musicisti nella Prima Guerra Mondiale.

CD e altre musiche di luglio, di Ferruccio Nuzzo

Il flauto di Matteo Gemolo e il violino di Patrizio Germone, soli o in colloquio, nella musica di G.P. Telemann. Il clavicembalo di Jean-François Dandrieu e Mozart con l’arpa di Marie-Pierre Langlamet. E l’integrale dei Quartetti e le Melodie di Gounod per celebrare il centenario della sua nascita

CD e altre musiche di giugno, di Ferruccio Nuzzo

François Couperin nel 350° anniversario della nascita per il clavicembalo e la viola da gamba, il primo cd del Quatuor Ellipse in un programma francese romantico, Brahms e Berg per clarinetto e Claude Debussy in versione jazzy

CD e altre musiche di aprile, di Ferruccio Nuzzo

Il 7° volume delle opere per la mano sinistra con il grande pianista Maxime Zecchini e Alexis Kossenko e Les Ambassadeurs nei concerti barocchi italiani per il flauto e il flauto a becco. Poi Mariam Sarkissian nelle Melodie di Jacques Offenbach e due nuovi cd del Trio Polycordes

CD e altre musiche di marzo, di Ferruccio Nuzzo

Una sconvolgente, delirante registrazione del Don Giovanni di Mozart diretta da Simone Toni e prodotta da Fornasetti. Poi il Viaggio in Italia di Johann Sebastian Bach guidato, al clavicembalo, da Luca Oberti, Smetana per il Pražák Quartet e ancora Bach per organo arrangiato da Charles-Marie Widor.

CD e altre musiche di febbraio, di Ferruccio Nuzzo

La geniale Olivia Gay in tre capolavori contemporanei per violoncello e orchestra, Haydn per il clavicembalo di Pierre Gallon, il violino d’oro di Andrey Baranov e un’integrale delle Sonate per pianoforte e violino di Ludwig van Beethoven con il grande virtuoso albanese Tedi Papavrami e il pianista François Frédéric Guy.

CD e altre musiche di gennaio, di Ferruccio Nuzzo

L’Anno Nuovo discografico comincia bene: Mozart sempre testa alle vendite e tanti nuovi cd, dalle fosche storie di compositori del '600, i sublimi Preludi di Debussy e Messiaen, le divagazioni virtuose di Telemann e le Sonate per violoncello "à la française"