Come pulire e disinfettare la lavatrice: consigli utili per un corretto utilizzo

Pubblicato il 3 Maggio 2024 in da redazione grey-panthers
lavatrice

Mantenere la lavatrice pulita ed efficiente è essenziale per evitare di danneggiare il bucato e per prolungare la vita dell’elettrodomestico

Sembra banale, ma grazie a una lavatrice efficiente i vestiti usciranno sempre puliti, si potrà evitare la presenza di cattivi odori e sicuramente si potrà fare durare l’elettrodomestico molto più a lungo risparmiando sui guasti. Ecco i suggerimenti per sapere come pulire la guarnizione della lavatrice, come pulire filtro e il cestello.

Cattivo odore? Come pulire lavatrice che puzza

La lavatrice è un elettrodomestico che può rimanere bagnato a lungo: batteri e germi possono accumularsi e moltiplicarsi nell’ambiente caldo umidi, trasformandolo in una fonte di cattivo odore che andrà a intaccare i vestiti. Tenere sempre pulita la lavatrice è altamente raccomandato.

Pulire a fondo la lavatrice tre o quattro volte all’anno eviterà ostruzioni di polvere e residui, assicurando che sia sempre pulita. Tuttavia, è bene verificare e se necessario pulire più spesso vaschette, guarnizioni e filtro. L’esterno di una lavatrice si pulisce facilmente con un panno umido, ma il segreto è non dimenticare di pulire l’interno della lavatrice: l’oblò e le guarnizioni, le vaschette del detersivo  e il filtro.

Come pulire la guarnizione della lavatrice

La guarnizione della lavatrice è uno degli elementi che si consuma di più a causa dell’uso. Serve per evitare che l’acqua fuoriesca dall’oblò durante il lavaggio e spesso quando accumula sporcizia e resta bagnata può portare alla formazione di muffi e di cattivi odori. Per pulire la guarnizione, aprire bene lo sportello e tirarla (senza rimuoverla dalla sua sede) in modo che le pieghe siano all’esterno. Rimuovi tutti i residui che ci sono sopra poi pulisci strofinando con una spugnetta o un panno imbevuto di acqua con aceto. Oppure un altro detergente che hai in casa (il multiuso-multisuperfici o lo sgrassatore vanno benissimo). Quindi, asciuga con un altro panno pulito.

Altri trucchi da tenere a mente per prenderti cura della guarnizione della tua lavatrice sono:

  • asciugare la gomma dopo ogni lavaggio
  • lasciare aperto l’oblò e il cassettino del detersivo quando si tirano fuori i vestiti, in modo che l’apparecchio si asciughi all’interno.

Estrarre e sciacquare le vaschette del detersivo

Per pulire le vaschette del detersivo, estrarre il cassetto e sollevalo. Nella maggior parte delle lavatrici, è possibile rimuoverlo completamente. Il passaggio successivo è quello di sciacquarlo bene sotto l’acqua corrente fino a rimuovere tutte le tracce di detersivo e ammorbidente eventualmente rimaste. Se ci sono incrostazioni di calcare usare una soluzione di acido citrico e lasciare poi scolare e rimettere il cassetto al suo posto. Per evitare la formazione di residui di detersivo, utilizza solo la dose consigliata sull’etichetta del detersivo. Verifica la durezza della tua acqua e il quantitativo di bucato per dosare al meglio. L’aggiunta di altro detersivo non pulisce meglio il bucato, ma è uno spreco e aumenta costi e impatto ambientale.

Attenzione che la dose cambia se cambi detersivo, non tutti infatti sono concentrati nello stesso modo, controlla periodicamente il corretto dosaggio anche se prendi sempre lo stesso prodotto perché il produttore potrebbe modificare la composizione.

Pulire il filtro, il passaggio più importante

Tutto ciò che si mette nel cestello finirà nel filtro della lavatrice, lanugine, capelli, monete, carta….Per evitare che il filtro si saturi al punto da impedire il corretto funzionamento della lavatrice, si consiglia vivamente di pulire il filtro regolarmente.

Come pulire il filtro della lavatrice:

  • staccare o scollegare la lavatrice, appoggiare una bacinella o degli stracci sul pavimento per raccogliere l’acqua accumulata, o un contenitore basso.
  • estrarre il filtro, che normalmente si trova sul fondo della lavatrice o sulla sua base. Per aprirlo potrebbe essere necessario utilizzare una moneta.
  • pulire i il grosso a mano buttandolo nell’indifferenziata e poi rifinire sotto un getto di acqua fredda, aiutandoti con una spugna abrasiva e un vecchio spazzolino da denti per arrivare nelle zone più difficili.
  • asciugarlo prima di rimetterlo a posto.

Si dovrebbe  fare questa operazione almeno un paio di volte all’anno. Inoltre, si dovrebbe pulirlo anche ogni volta che si lavano capi molto sporchi o che potrebbero rilasciare tante fibre o se durante il lavaggio si sono sentiti dei rumori strani. Segnali evidenti che è necessario pulire il filtro sono che la lavatrice, dopo aver terminato il programma, trattiene l’acqua all’interno del cestello, oppure che i panni, dopo il lavaggio, continuano a essere sporchi.

Come pulire il cestello della lavatrice

Il cestello è un altro elemento della lavatrice che deve essere pulito di tanto in tanto. Un indicatore tardivo della necessità di lavarlo è che la lavatrice, più che lavare i vestiti, li macchia.

  • È necessario programmare un ciclo di lavaggio lungo ad alta temperatura con la lavatrice vuota e in un programma che riempia il cestello con molta acqua. Non introdurre detersivo, ma utilizzare un disincrostante, un litro di aceto bianco o ancor meglio tre cucchiai rasi di acido citrico per pulire la lavatrice (consultare le istruzioni del produttore). Al termine del ciclo, il tamburo sarà pulito.
  • Non usare mai la candeggina per pulire la lavatrice perché è irritante e molto inquinante. Il bicarbonato, invece, è utile per eliminare gli odori, ma è poco efficace per la pulizia profonda del cestello.
  • Rimuovere sempre il bucato appena terminato il ciclo di lavaggio e ricordarsi di lasciare l’oblò socchiuso dopo ogni bucato in modo che il cestello si possa asciugare.

Per igienizzare la lavatrice, non è necessario fare operazioni particolari: basta il solo lavaggio a vuoto della lavatrice e la pulizia del cassettino (da estrarre e pulire a fondo).

Come rimuovere il calcare dalla lavatrice

Se si abita in una zona con acqua dura, ogni 3 o 4 mesi procedere a una pulizia della macchina facendo partire un lavaggio a 60°C a vuoto con una soluzione di acido citrico al 20% che aiuta a pulire i tubi e i condotti interni della lavatrice. Fare un lavaggio a vuoto con un litro di aceto versato nello scomparto del detersivo può essere un’alternativa per sciogliere il calcare, ma l’acido citrico è più economico, più efficace, è inodore e ha un impatto ambientale più basso.

Fonte: Altroconsumo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.