Vaccinazione anti Covid e ultra ottantenni: ciò che è bene sapere

Pubblicato il 22 Febbraio 2021 in , , da Evasio Pasini

I vaccini possono essere certamente utili per combattere il Covid-19. Tuttavia si deve considerare che i vaccini funzionano in base alla qualità del vaccino, ma anche, e soprattutto, dalla capacità di produrre adeguate difese immunitarie (immunoglobuline) da parte del soggetto al quale il vaccino è stato inoculato.

Di fatto, il vaccino non è una medicina che attacca direttamente il Virus, impedendogli di replicarsi o uccidendolo come fa un antibiotico nei confronti di un batterio. Il suo effetto dipende in massima parte dalla capacità del sistema immunitario della persona vaccinata di attivarsi e di sintetizzare le molecole indispensabili per difendersi da un eventuale attacco del Virus.

Tuttavia, è oggi ben evidenziato dalla letteratura scientifica internazionale che la funzione e la regolazione del sistema immunitario è ridotta nel soggetto anziano e questa condizione incrementa la possibilità che queste persone si ammalino più facilmente di malattie infettive e che la loro risposta ai vaccini diminuisca in modo significativo.

Tale situazione è dovuta alla molteplici trasformazioni parafisiologiche che avvengono nella senescenza ed è definita con il temine anglosassone Immunosenescence. La sua causa non è ignota mentre le sue caratteristiche sono state ben definite e comprendono una serie di alterazioni che riguardano le cellule del sistema immunitario (globuli bianchi) deputati alla attivazione dei sistema di difesa sui quali si basano i vaccini, gli organi che partecipano alla loro sintesi, maturazione ed attivazione (esempio: timo , linfonodi, ecc), e  molecole circolanti pro-infiammatorie quali le citochine che aumentano negli individui molto anziani.  Tutte questi fenomeni riducono la capacità di attivazione e di difesa del sistema immunitario del grande anziano.

Da quanto detto in precedenza si può intuire che il vaccino non risolverà per magia il problema del Covid-19.

L’errore più grande che sia noi sia i nostri politici potremmo commettere è far passare il messaggio che il  vaccino risolverà il problema della pandemia da Covid-19.

Dobbiamo considerare che il Virus è un essere vivente che fa e farà bene la sua missione naturale: sopravvivere. Magari mutando. Cosa che sta già facendo. Le varianti inglese, sud-africana e brasiliana insegnano. Di fatto, il Virus fa il Virus , le persone fanno le pandemie.

L’unico modo per combatterlo, in attesa di una medicina altamente selezionata ed efficace contro di esso, è non abbassare la guardia e continuare con le misure di prevenzione di base: mascherine, distanza sociale e costante disinfezione delle mani.

BIBLIOGRAFIA

  • Janko Nikolich-Žugich . The twilight of immunity: emerging concepts in aging of the immune system. Nature Immunology (2018);V 19; 10–19
  • Montecino-Ridreiguez E. Berent-Maoz B, Dorshkind K. Causes, consequence, and reversal of immune system aging. The Journal of Clinical Investigation 2013; Vol 23; n 3; 958-965.
  • Makinodan T, Kay MM. Age influence on the immune system. Adv Immunol 1980; 29: 287– 330.
  • Miller RA. Aging and immune function. Int Rev Cytol 1991; 124: 187– 215.
  • Undestanding how vaccines work. 2018. www.cdc.gov/vaccines
  • Bernstein E, Kaye D, Abrutyn E, Gross P, Dorfman M, Murasko DM. Immune response to influenza vaccination in a large healthy elderly population. Vaccine 1999; 17: 82– 94

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.