In movimento con noi senior: nuovi esercizi per la mobilità dell’anca

Pubblicato il 13 Maggio 2024 in , , da redazione grey-panthers
anca

L’anca, lo sappiamo, è un’articolazione fondamentale tra le più flessibili. Per questo va tenuta sempre in esercizio, con movimenti mirati

Una nuova puntata, realizzata in partnership con la Palestra Plus 1 Gym Concept di Milano: in cui il nostro trainer si concentra su esercizi che coinvolgono e mobilitano l’anca, arto fondamentale per leattività connesse al movimento delle gambe.

Prima il video…

… e dopo l’approfondimento

di Diana Banfi

L’articolazione dell’anca è una delle più voluminose del nostro organismo ed è di gran lunga l’articolazione sottoposta a maggiori sollecitazioni meccaniche durante la deambulazione. L’anca è protagonista di due funzioni: serve a sostenere il peso del corpo e  allo stesso tempo contribuisce alla sua agilità, quindi a permettere i movimenti dell’arto inferiore.

Anca: funzione di sostegno

Sia in stazione eretta sia quando si cammina o si corre, l’anca si occupa di sostenere il peso della parte superiore del corpo e di scaricarlo lungo gli arti inferiori. Sempre in ottica di una funzione di sostegno, l’anca è importante anche nel mantenere l’equilibrio e il corretto angolo di inclinazione pelvica.

ancaAnca: funzione di movimento

Grazie a questa articolazione è possibile camminare, correre, saltare e compiere tutte le attività permesse dal movimento delle gambe. La testa del femore può compiere un movimento di 360° all’interno dell’acetabolo e ruotare di circa 90° attorno al suo asse.

Questa flessibilità è unita alla capacità di sopportare le forze che agiscono sul corpo. Mentre si corre, ad esempio, la forza dei movimenti del corpo aumenta quella esercitata dal peso del corpo e l’articolazione dell’anca riesce a far fronte a queste forze durante l’intero esercizio.

Anca: trauma o invecchiamento
Come tutte le articolazioni portanti, ovvero sottoposte al peso corporeo, è soggetta a pressioni elevatissime durante il suo funzionamento. Questo rende indispensabile il mantenimento di un adeguato rivestimento cartilagineo e di una generosa lubrificazione.

Se questo delicato equilibrio entra in crisi, l’anca diventa dolorosa e rigida, portando quasi subito alla claudicazione e a una limitazione dell’autonomia di movimento. Quando, a causa di un trauma o dell’invecchiamento, l’articolazione che unisce femore e acetabolo, subisce un grave danno è possibile mantenere la funzionalità attraverso la sua sostituzione con una protesi

 

Fonti: https://www.humanitas.it/enciclopedia/anatomia/apparato-muscolo-scheletrico/articolazioni/articolazioni-mobili/anca/

https://ancaeginocchio.it/anca/anca.html

 

2 thoughts on “In movimento con noi senior: nuovi esercizi per la mobilità dell’anca

  1. Tutto Ok! Riguardo a me stesso, nel passato ho avuto una caduta da un carro agricolo e si è incrinato l’osso dell’acetabolo.
    Le difficoltà nella deambulazione sorgono quando la meteorologia varia le sue condizioni climatiche.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.