San Valentino, non le solite idee

Pubblicato il 10 febbraio 2018 in da redazione grey-panthers

Come spesso accade festa pagana e rito cristiano si incontrano. E così il giorno di San Valentino, in cui il calendario ricorda il vescovo di Terni, è diventato, ormai da molti, ricorrenza degli innamorati e occasione in cui scambiarsi un dono. La festa di San Valentino sembra sia molto antica: non ci sono documenti ufficiali, ma solo tracce che ne testimoniano l’esistenza già dal V secolo per sostituire la festa pagana dei Lupercalia, in onore della fertilità della terra e degli uomini.

Per molti però più che la festa dell’amore è un rito commerciale. Noi vi proponiamo quattro idee per trascorre il 14 in modo diverso, senza per forza festeggiare in modo forzata e rituale.

Tutti a cena in costume

Il Castello di Grumello per il 14 febbraio organizza una speciale Cena medievale in costume con delitto. Per l’occasione tutti i partecipanti vengono vestiti con abiti storici. E, in questo modo davvero insolito, diventano attori protagonisti di una serata all’insegna dell’investigazione e del mistero. A ognuno viene attribuito un preciso ruolo che deve interpretare. E servirà il contributo attivo di tutti i commensali per svelare il mistero accaduto al castello. Appena varcato il cancello dell’antica residenza si conosce la storia, che narra di una sanguinosa guerra civile ha spaccato in due il reame, ora tenuto a stento dal suo re e da un primo cavaliere che molti dicono essere uno stregone. In questo contesto si tiene lo sposalizio di due casati… un panneggio ideale per nascondere una lama pronta a uccidere! I commensali che lo desiderano, prima di vestirsi con abiti medievali, possono seguire una visita guidata fra le antiche mura del maniero, scoprendo tra l’altro la Torre merlata guelfa, la cappella settecentesca, le sale interne, l’ampio cortile circondato da ippocastani secolari e le antiche cantine dove riposano i vini pluripremiati prodotti dalla Tenuta Castello di Grumello.

Informazioni e prenotazione: Castello di Grumello, 348.30.36.243

Per vedere un’anteprima della serata:


Al Forte di Bard per una mostra Romantica

San Valentino davvero speciale a Forte di Bard, in Val d’Aosta. Speciale innanzitutto per il contesto, il colossale fortilizio che i Savoia fecero erigere per controllare la gola scavata dalla Dora Baltea. Perfettamente restaurato, questo capolavoro dell’ingegneria militare che ha pochi rivali al mondo, è oggi un luogo delle emozioni e della cultura. Accoglie i suoi ospiti offrendo percorsi dentro la storia e la montagna, silenzi e luoghi raffinati dove gustare i piatti della tradizione. Nel restauro del Forte è stato anche ricavato un albergo a suo modo di charme, l’Hotel Cavour et des Officiers, che unisce sapientemente il rigore della storia e le comodità del buon vivere.
Gli ospiti raggiungono l’Opera Carlo Alberto, il possente quanto elegante corpo centrale del Forte.
Lassù, ad attenderli con un aperitivo di benvenuto, i nuovi Castellani. Poi, mano nella mano, gli innamorati potranno godere le atmosfere della Normandia tramandate da Renoir, Monet, Corot, Coubet e da una schiera di altri grandi artisti, riuniti nella mostra evento “La luce del Nord. L’Impressionismo in Normandia”. Dopo la mostra una speciale cena, a lume di candela, nella suggestione di un luogo magico come quello del Forte. Quindi la possibilità di ammirare le bellissime immagini proposte dalla mostra “Wildlife Photographer of the Year”: paesaggi tra i più belli al mondo dove, perché no, sognare una vacanza insieme.

Ulteriori informazioni: Forte di Bard, 0125 833886, eventi@fortedibard.it

 


Un cinema solo per due

Pensate a una sala di proiezione, di una ventina di posti appena, da condividere solo con un’altra persona. Pensate di poter vedere così il film più romantico del mondo, oppure il vostro film preferito, il suo film preferito, oppure, ancora, un video con tutti i momenti più belli della vostra storia. È possibile al nuovo Anteo Spazio Cinema di Milano nella sala Ciak. Volete pure cenare mentre vi godete «Love Story»? Allora, sempre all’Anteo, c’è la Sala Nobel Eataly al Cinema, in collaborazione con Eataly: ci sono i tavolini e gli chef a disposizione. Non si può affittare per intero ma è la quintessenza del romanticismo Il Cinema dei Piccoli di Roma, la sala con la programmazione regolare più piccola del mondo secondo il Guinness dei Primati (un solo spazio da poco più di 60 posti e via) nel bel mezzo del parco di Villa Borghese. Non fatevi ingannare dal nome: i film sono per tutti, la sera soprattutto sono d’essai, e a San Valentino una pellicola d’amore non può mancare.

Per informazioni: Anteo Spazio Cinema  – Il Cinema dei Piccoli  

 


Il ristorante più romantico? Ha un solo tavolo


Ristoranti davvero molto esclusivi perché… hanno un solo tavolo. Il più famoso è sicuramente il Solo per Due di Rieti: in una villa si cena in due davanti al camino acceso in una sontuosa sala con apparecchiatura d’argento e tutte le coccole da chef e personale di servizio. C’è un tavolo solo anche al Mazzo di Roma: ci stanno 8, 10 persone ma si può prendere in esclusiva. Francesca Barreca e Marco Baccanelli sono i padroni di casa: qui si mangiano solo cose genuine e di grandissimo gusto. Nel menu di San Valentino ci sono, per esempio, le uova al tegamino con gamberi bianchi e cheddar artigianale, e la crema al mascarpone con coulis di lamponi e olio evo. Massima privacy e tavolo unico anche da Officina Cucina a Brescia. Qui pensa a voi lo chef Andrea Mainardi con un menu degustazione da 12 portate abbinate a sei calici di vino differenti.

Per informazioni: Solo per Due – Mazzo – Officina Cucina 

Lascia un commento