Al Quirino di Roma rivive il Rinascimento de I Vicerè

Pubblicato il 22 Novembre 2022 in , da redazione grey-panthers
I viceré

Teatro Quirino – Roma

“I viceré” – dal 29 novembre al 4 dicembre

Pippo Pattavina – Marianella Bargilli – Liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Federico De Roberto – regia Guglielmo Ferro

I Vicerè stanno alla Storia del Nostro Paese (in generale, non solo di quella del Meridione o della Sicilia) come i Buddenbrook stanno a quella tedesca: un affresco stupefacente delle trasformazioni, degli inganni, degli equivoci, dei dolori, delle miserie, degli appuntamenti mancati e dei fallimenti, lungo due generazioni. La famiglia degli Uzeda attraversa la faglia più clamorosa della nostra gestazione nazionale, dal remoto baroque dei Borbone alla scellerata modernità piemuntes. Pubblicato nel 1894 a Catania, dopo un percorso travagliato e soffertissimo, segna, con l’insuccesso clamoroso, tutta la carriera di De Roberto; in questo, accomunandolo al suo illustre omologo Tomasi di Lampedusa ed al suo Gattopardo, umiliati entrambi in vita, glorificati post-mortem.

La trasposizione scenica – ricca, viva, dinamica, kolossal – riesce a conservarne la freschezza narrativa, l’umorismo nero, lo stupore dell’intreccio narrativo; costruendo uno spettacolo umano, presentissimo e vitale sia nelle scene corali che in quelle più intime. L’Io narrante è affidato al personaggio più strepitoso del romanzo: Don Blasco, religioso per interesse, puttaniere, baro alle carte e nella vita, straripante di vizi, bulimico di cibo, vino, donne, tabacco e – soprattutto – di intelligenza e ironia. Un sorprendente anti-eroe, quale mai si era visto (e né mai se ne rivedrà) nel panorama manzoniano della nostra narrativa maggiore. Italianissimo nelle sue genialità quanto nelle miserie.

I VICERÉ
Pippo Pattavina

Pippo Pattavina, attore decano del Teatro siciliano e nazionale, a lungo protagonista della stagione più alta dello Stabile Etneo, partner e protagonista di allestimenti epocali, compagno di scena di personalità del calibro di Turi Ferro, Andrea Jonhasson, Carla Gravina, Giorgio Albertazzi, pupillo di metteur-en-scene straordinari come Piccardi, Pugliese, Puggelli, Pagliaro, dona a questo Vitangelo Moscarda una complessa e raffinatissima presenza scenica. Una invenzione sulfurea, ambigua, provocatoria, comica a tratti, sapidissima e persino spiazzante, mattatoriale nel senso più alto del termine.

 

 

 

 

Orari: martedì, mercoledì, venerdì, sabato ore 21 – giovedì e domenica ore 17

Prezzi: a partire da 13 euro

Sconti speciali riservati ai possessori della Grey Panthers PREMIUM CARD

Informazioni: tel. 06.6794585 – biglietteria@teatroquirino.com

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.