Una notte Futurista a Portogruaro

Pubblicato il 12 giugno 2018 in , , , da redazione grey-panthers

Notte Futurista, quella del 15 giugno a Portogruaro, per festeggiare nella maniera più consona l’apertura al pubblico di Casa Russolo: palazzo Altan Venanzio ora assume la nuova denominazione dedicata all’artista portogruarese che nel 1910, assieme a Marinetti, Balla, Boccioni, Carrà, Severini firmò il Manifesto dei pittori futuristi. Il grande artista sarà ricordato e presentato nella duplice veste: di pittore ma anche di straordinario creatore e inventore di musica. In quella che è destinata a essere la sua Galleria permanente, viene esposta l’intera raccolta delle lastre originali di tutte le sue incisioni, insieme ad un nucleo importante di suoi olii di proprietà del Comune di Portogruaro, e una documentazione multimediale della sua produzione, della sua originale vicenda personale ed artistica. Senza tralasciare il ruolo fondamentale di Russolo nella musica del Novecento.

Ad accogliere la Notte Futurista saranno gli spazi intorno a Casa Russolo. Qui, suoni, parole, immagini si susseguiranno dalle 20.30 sino a mezzanotte. Il programma, fitto e ricco di spunti diversissimi, com’è nella tradizione creativa del Futurismo, prenderà ufficialmente il via con il prof. Franco Tagliapietra, docente di Storia dell’Arte Accademia BB.AA. Venezia e Brera, che sottolineerà come Luigi Russolo sia stato “cittadino di Portogruaro e del mondo”.
La parte ufficiale si completerà nella cerimonia di inaugurazione di Casa Russolo. Un evento che verrà ricordato anche per il dono della scultura luminosa “Martelli futuristi”, destinata proprio a Casa Russolo dall’artista Marco Lodola. Poi spazio alla musica e alla rievocazione. Con la “Gran Serata Futurista: teatro+danza+musica+immagin…azione” di e con Massimiliano Finazzer Flory, con brani tratti da F.T. Marinetti e G. Papini, coreografie Michela Lucenti, danza Sara Spattini, musiche di Stravinskij, Casella, Sakamoto e naturalmente dello stesso Luigi Russolo.
Quindi, dalle 22.30, il Futurismo in tavola. Matteo Fochessati, conservatore della Wolfsoniana di Genova, darà una dimostrazione della Cucina Futurista. Degustazione con lo chef Thomas della Tavernetta del Tocai di Pradipozzo, Portogruaro e Valentina della Bottega del Caffè Dersut.
Dalle 23, musica, con una esibizione del QTH Cerro di Laveno-Mombello, performance musicale elettronica di Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna.
A chiudere la serata, la “Gran sarabanda di percussioni”, con il Gruppo Percussioni Fondazione Musicale S. Cecilia e con la partecipazione disarmonica di FAI Giovani.

Durante l’intera Serata, proiezioni e parole in libertà sul Futurismo ed i Futuristi. Riecheggiando, nell’attualità, la celebre affermazione di Marinetti: “Noi canteremo le grandi folle agitate del lavoro, dal piacere o dalla sommossa: canteremo le maree multicolori e polifoniche delle rivoluzioni nelle capitali moderne; canteremo il vibrante fervore notturno degli arsenali e dei cantieri incendiati da violente lune elettriche; la stazioni ingorde, divoratrici di serpi che fumano”.  La Notte è aperta a tutti coloro che hanno “curiosità e spirito”!

“Grande notte Futurista” – venerdì 15 giugno a partire dalle ore 20.30
Portogruaro (VE)

Casa Russolo
Centro Culturale Palazzo Altan Venanzio
Portogruaro, Via Seminario, 27

Orari: lunedì solo per lettura giornali, sale studio e uso pc ore 9.00 – 13.00 / 14.00 – 18.00- da martedì a venerdì ore 9.00 – 18.00- sabato ore 9.00 – 13.00.

Ingresso gratuito

Informazioni: Tel: 0421277282 – biblioteca@comune.portogruaro.ve.it