Ingredienti insoliti in cucina: il corbezzolo

Pubblicato il 8 Agosto 2021 in , da redazione grey-panthers

Albero o arbusto sempreverde originario dell’Irlanda e dei Paesi del Mediterraneo, che può raggiungere i 9-10 metri di altezza, ma che più comunemente rimane di dimensioni intorno ai 4-5 metri. Ha foglie oblunghe-lanceolate, dentate, verde scuro e lucide, simili a quelle dell’oleandro. A fine estate produce innumerevoli fiorellini bianchi, in alcune varietà soffusi di rosso o di verde, a forma di campana; nello stesso periodo maturano i frutti, che quindi impiegano quasi un anno intero per maturare, la particolarità del corbezzolo consiste nel fatto che sulla stessa pianta si possono trovare frutti maturi e fiori contemporaneamente. I frutti sono tondeggianti, giallo-rossi, dolci, con scorza leggermente rugosa, quando sono maturi tendono a cadere dall’albero.

Il corbezzolo, dopo anni di oblio, sta tornando di gran moda e viene sempre più utilizzato sia come fruttifero sia come albero ornamentale. Questo rinnovato interesse è dovuto alla bellezza dei suoi frutti e delle sue foglie oltre all’innegabile virtù di rallegrare il giardino con la sua fioritura durante l’autunno, stagione in cui le altre piante sono poco attraenti e si preparano al riposo. Inoltre, è molto resistente alla siccità e al fuoco, adatto quindi ai giardini mediterranei a bassa manutenzione.

Non necessita di grandi quantità d’acqua, sicuramente preferisce la siccità agli eccessi di annaffiature; solitamente va annaffiato soltanto nelle annate particolarmente siccitose.

È un albero dalle esigenze davvero limitate. Una volta attecchito sarà pressoché autonomo.

Il corbezzolo possiede benefiche proprietà officinali. E infatti una pianta antisettica, astringente e diuretica. I frutti, inoltre, sono molto ricchi di zuccheri e vitamina C. Vanno dunque evitati in caso di diabete.

Il miele di corbezzolo, infine, ha proprietà diuretiche, balsamiche e disinfettanti.

Le foglie del corbezzolo hanno ottime proprietà antinfiammatorie, indicate soprattutto nel trattamento di infiammazioni delle vie urinarie, dei reni o di febbre. (la foto dei corbezzoli è di giardinaggio.it)

Marmellata di corbezzolo

1 kg di corbezzole

200 g zucchero

Scorza di limone biologico secondo il gusto

Tempo di preparazione 30 minuti

Tempo di cottura 40 minuti

Difficoltà minima

Lavare i corbezzoli in modo veloce, perché sono molto delicati (come i lamponi). Porli dentro un tegame con coperchio e mettere sul fuoco: devono cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti. Con un cucchiaio di legno schiacciarli, mescolando di tanto in tanto. Se l’acqua rilasciata in cottura è poca, aggiungerne mezzo bicchiere.

Prendere la purea ricavata e setacciarla con un passino per togliere tutti i semini, aiutandosi con un cucchiaio.  Unire quindi lo zucchero limitatamente ai 200 g suggeriti, ricordando che il corbezzolo è un frutto dolce. Mescolare bene e per aromatizzare, aggiungere la scorza del limone a fettine pulite molto bene della parte bianca.

(foto Giallozafferano)