Sicurezza della casa: in arrivo nuove tecnologie e altre soluzioni possibili

Pubblicato il 4 febbraio 2017 in da redazione grey-panthers

Il problema della sicurezza domestica è una questione che sta assumendo sempre più importanza, data la frequenza di furti e aggressioni in casa. In passato il mercato della sicurezza era caratterizzato prevalentemente dall’offerta di protezioni passive (porte blindate, tapparelle rinforzate, inferriate). Oggi, grazie all’evoluzione tecnologica, si sono sviluppati sistemi di protezione attiva (wireless, controllo a distanza, sensori biometrici, chiavi elettroniche) che oltre ad assicurare protezione da ladri) proteggono la casa anche da ‘dimenticante interne’ (fumo e gas)

Come rendere sicura l’abitazione: sistemi di protezione attiva
Coloro che vogliono ridurre drasticamente i rischi d’intrusione possono scegliere di installare (in alternativa o in aggiunta ai sistemi di sicurezza meccanici) un sistema di antifurto, anche con controllo da remoto, che indichi la presenza del ladro o il suo tentativo di effrazione. Le tecnologie presenti sul mercato permettono anche di rilevare malfunzionamenti domestici che potrebbero portare danni alla casa.

Impianti di antifurto e sicurezza
Gli impianti di antifurto sono costituiti generalmente da una centrale che regola le varie funzionalità del sistema, da rilevatori d’intrusione, posti all’interno o sul perimetro dell’appartamento e da sirene che emettono suoni fastidiosi in caso di effrazione. Gli impianti antintrusione sono di due tipi: impianti con fili (via cavo) e impianti senza fili (wireless).

I sistemi d’allarme possono prevedere una protezione perimetrale (sensori installati lungo le parti esterne dell’abitazione) o volumetrica (sensori installati in casa per rileva il passaggio di un individuo). Il sistema perimetrale protegge l’abitazione dall’esterno, avvisando l’utente della presenza del ladro prima che entri in casa; il volumetrico scatta quando dei sensori interni rilevano la presenza di qualcuno all’interno dell’appartamento.

protexialI rilevatori possono essere di due categorie: “puntuali” a contatto magnetico, ovvero in punti precisi per rilevare l’apertura indesiderata di porte o finestre, o “sensoriali”, cioè in grado di avvertire la presenza di qualcuno o per rilevazione del movimento o attraverso il calore emanato dal corpo e tali sensori possono essere posizionati sia all’interno dell’appartamento sia all’esterno su terrazzi e balconi.

Un esempio è MYHOME PROTEZIONE di BTICINO, un sistema antifurto filare e di televisione a circuito chiuso in grado di rilevare eventuali intrusioni e segnalare tempestivamente l’evento per mezzo di allarmi sonori, visivi e con messaggi telefonici grazie ad una centrale con comunicatore integrato PSTN o GSM con gestione fino a 72 sensori in 8 aree e inseritori.

Tra i sistemi di antifurto che si integrano con i sistemi di protezione passiva c’è PROTEXIAL IO di SOMFY ITALIA, un sistema d’allarme senza fili integrato con i sistemi d’automazione che interagisce con le tapparelle, che si abbassano automaticamente all’avvicinarsi di un intruso, ampliando le funzioni di sicurezza attiva e passiva.

IMPIANTI DI ANTIFURTO E SICUREZZA >> VEDI TUTTI

VEDI TUTTE LE AZIENDE:
COMELIT GROUP GEWISS
COSTER TECNOLOGIE ELETTRONICHE Urmet
TECNOVA GROUP® D-Link
FAAC Soc. Unipersonale CAME
SOMFY ITALIA BTICINO
Elvox SpA Bft
OTIIMA CLAUS
Plexa VIMAR

Sistemi di sorveglianza e controllo
I sistemi di sorveglianza e controllo permettono di far dialogare tutti i dispositivi (videocitofonia, videosorveglianza, antintrusione e domotica) rendendo possibile gestirne le funzioni in remoto, via smartphone o tablet.

In questo modo è possibile tenere sotto controllo ciò che accade nella propria abitazione anche quando si è fuori da casa.

Un esempio è VIP SYSTEM di COMELIT GROUP un sistema in cui le telecamere e i sistemi di allarme possono essere monitorati e gestiti direttamente dai supervisori domotici; in più sul videocitofono o un messaggio sullo smartphone si è sempre informati su eventuali allarmi relativi a intrusioni, incendio o allagamento, a tutto favore della sicurezza.

Schermata 2017-01-29 alle 14.20.56

Tra le videocamere di sorveglianza c’è DCS-4802E Videocamera Mini Dome Full HD di D-LINK che grazie a LED ad infrarossi puoi avere fino a 30 metri di visibilità notturna e immagini nitide in ambienti a forte contrasto e scarsa illuminazione.

Tra i sistemi di sorveglianza senza fili c’è WiFi Smart HD camera di URMET, una nuova Smart HD camera ideale per i sistemi di videosorveglianza in contesti residenziali, con processore Grain Media che permette alta qualità video, alta corrispondenza ai colori reali e super grandangolo.

SISTEMI DI SORVEGLIANZA E CONTROLLO >> VEDI TUTTI

VEDI TUTTE LE AZIENDE:

COMELIT GROUP Bft
Urmet Plexa
D-Link Elvox SpA
VIMAR
Sistemi di rilevazione incendi, fughe di gas
Grazie ai sistemi di rilevazioni domestici è possibile rivelare l’incendio o le fughe gas nel minor tempo possibile, ovvero prima che si possa creare un danno reale.

Un esempio è CHORUS | Sistema di rilevazione incendi, fughe di gas di GEWISS che grazie ad appositi sensori rivela prontamente fughe di gas, allagamenti, principi di incendio che vengono segnalati anche quando in casa non c’è nessuno e permettono l’azionamento di un’elettrovalvola tramite un contatto di uscita.

Un altro esempio è AC8 di CLAUS, un sistema modulare di comando e rilevazione per impianti di sicurezza, evacuazione fumo e calore personalizzabile in base alle esigenze e che, in mancanza di energia elettrica, assicura il funzionamento di tutti i dispositivi per un massimo di 72 ore.

SISTEMI DI RILEVAZIONE INCENDI, FUGHE DI GAS >> VEDI TUTTI

VEDI TUTTE LE AZIENDE:

COSTER TECNOLOGIE ELETTRONICHE GEWISS
COMELIT GROUP CLAUS
TECNOVA GROUP® VIMAR

Accanto ai sistemi di protezione attiva troviamo i sistemi di protezione passiva che possono incrementare il livello di sicurezza dell’abitazione.

Come rendere sicura la casa: sistemi meccanici passivi
I sistemi di sicurezza meccanici, come ad esempio serrature, porte blindate e inferriate, pongono una resistenza fisica all’intrusione del ladro che per poter superare l’ostacolo avrà bisogno di più tempo e attrezzi specialistici.

Infatti per classificare la proprietà antieffrazione di un sistema meccanico si usano sei classi di resistenza (RC o WK). La classe definisce il grado di resistenza opposta da porte e finestre ai tentativi di scasso in base agli attrezzi e ai metodi utilizzati dai ladri.

A seconda dell’uso finale (domestico o per la sicurezza di luoghi sensibili) si punterà su classi di resistenza adeguate, generalmente le più elevate possibili (RC5 o RC6), ricordando che maggiore sarà la classe di resistenza e maggiore tempo e rumore servirà al ladro per portare a termine lo scasso.

Porte blindate
La prima barriera per proteggere casa e costituita dalla porta d’ingresso che per assicurare un buon livello di protezione deve essere dotata di serratura di sicurezza. Generalmente le porte conformi alle norme UNI NV 1627 / 1630 garantiscono un maggior grado di affidabilità.

Un esempio è MECCANYA di DIBI PORTE BLINDATE con un’innovativa serratura che attiva meccanicamente la chiusura ogni volta che la porta viene chiusa, anche se ci si dimentica di chiudere la porta a chiave. Dall’ esterno, la porta si riapre sbloccando la serratura con due mandate di chiave,dall’interno, la porta si riapre semplicemente girando la maniglia.

Tra le porte blindate con serratura elettronica c’è URANO di ARCADIA con telaio in acciaio rinforzi verticali e barra antispiffero.

PORTE BLINDATE >> VEDI TUTTE

VEDI TUTTE LE AZIENDE:
DI.BI. PORTE BLINDATE Alumil GAROFOLI
Arcadia Componibili – Gruppo Penta DIERRE Magnum Blindati
SL di SABATINO LIBERATO e C. Ercole Interno Doors
TORTEROLO & RE SIDEL HÖRMANN IT
Enterdoors by I.S.I. PONZIO Bertolotto Porte
CARMINATI SERRAMENTI Metalnova QUARTIERI LUIGI
GINKO SAFE DESIGN SILVELOX Alias Security Doors
SCHÜCO INTERNATIONAL ITALIA OMI IT

Serrature di sicurezza
Un aspetto particolarmente importante per la sicurezza sta nella scelta della serratura; molti ladri riescono a violarle perforando la serratura o manipolandola con chiavi false. Se ad esempio si utilizzano chiavi a duplicazione controllata è difficile riprodurle da un qualsiasi ferramenta, ma occorre presentare un tesserino che convalida la legittimità della richiesta di duplicazione.

Un esempio è x1R di ISEO SERRATURE, una serratura elettronica con base meccanica e componenti elettronici; a seconda delle esigenze, si può scegliere se costruire una porta che si possa aprire con un lettore trasponder (TAG), un codice numerico (tramite tastiera retro-illuminata per una visione ottimale anche notturna), o un radiocomando Rolling Code.

Tra le serrature in acciaio inox c’è MULTITOP PRO di CISA che propone un nuovo sistema di chiusura a gancio (brevetto cisa depositato) che garantisce, insieme al catenaccio da 12 mm, una notevole resistenza all’effrazione.

SERRATURE DI SICUREZZA >> VEDI TUTTE

VEDI TUTTE LE AZIENDE:

SCHÜCO INTERNATIONAL IT Dauby ISEO Serrature
AGB – Alban Giacomo CISA Nuova Oxidal
VISION ALTO ADIGE AVE EELECTRON
Formani Holland B.V. Bft i-DESIGN
DI.BI. PORTE BLINDATE Frascio GFP Lab
Domotica ClicHome Plexa FAPIM
Breda Sistemi Industriali VIRO FARAONE
Metalglas Bonomi OTIIMA Modelec
Serrature Meroni Bronces Mestre

Finestre di sicurezza
Per rinforzare finestre e porte-finestre molti puntano su finestre blindate con serratura alla maniglia. Per una protezione ancora più completa si può optare per finestre con vetro antieffrazione o con un sistema che impedisce lo smontaggio del vetro e della maniglia mediante blocco di sicurezza.

Un esempio è NEW LIVING SOUND 2.0 di REHAU che, oltre a garantire alte prestazioni termoacustiche, contribuisce a proteggere contro le effrazioni grazie ad un software tecnologicamente avanzato che riconosce la situazioni ritenuta critica e genera un segnale d’allarme.

presidiumq7Tra le finestre antieffrazione e con vetri antiproiettile c’è Schüco ADS 90 BR di Schüco con l’innovativa tecnologia a innesto che permette di utilizzare un’unica piattaforma di profili per le classi di sicurezza FB4 o WK4.

FINESTRE DI SICUREZZA >> VEDI TUTTE

VEDI TUTTE LE AZIENDE:
SCHÜCO INTERNATIONAL IT ALsistem
I.S.I. Industria Serramenti Italiana Alumil
SL di SABATINO LIBERATO e C. Ercole
INTERNORM Italia FAKRO
GINKO SAFE DESIGN Schulz Italia
Mogs srl unipersonale WICONA
QUARTIERI LUIGI REHAU
ALUK Group

Inferriate di sicurezza
Le inferriate sono un sistema di sicurezza costituito da barre in acciaio, resistenti alla deformazione, che si estendono per tutta la larghezza della porta e fissate al muro da entrambi i lati. Nella maggior parte dei casi le inferriate sono apribili (con apertura impacchettabile o ad anta).

Un esempio è Inferriata di sicurezza di SICURLIM, un sistema brevettato di protezione interamente in acciaio a scomparsa verticale che si compone di una struttura portante monoblocco (cassonetto e montanti), e di una grata motorizzata bloccabile con sicurezza meccanica ed elettromeccanica.

Tra le inferriate estensibili c’è PRÆSIDIUM® Q.7 di TESIFLEX con struttura essenziale per ridurre al minimo il disturbo alla visuale e speciale serratura che blocca le ante in tre punti.

INFERRIATE DI SICUREZZA >> VEDI TUTTE

VEDI TUTTE LE AZIENDE:
DI.BI. PORTE BLINDATE Sicurlim
CITYSì recinzioni e cancelli taglio laser VIRO
OFFICINE LOCATI YDF
Alias Security Doors DE NARDI
QUARTIERI LUIGI IN.CO.VAR.
Sap Sistemi DEAR
TESIFLEX FILS

 

(Fonte: Edilportale, by Alessandra Marra)