Caregiver, nuove regole: come prenotare il vaccino Covid in ogni Regione

Pubblicato il 4 Giugno 2021 in , da redazione grey-panthers

Nel Piano Vaccini anti Covid, disabili gravi/invalidi e loro caregiver conviventi e familiari risultano tra le categorie con priorità. Con Ordinanza del 6 maggio, inoltre, si dispone che le Regioni attivino strumenti per velocizzare la vaccinazione delle persone con disabilità grave ai sensi della Legge n.104/1992, i familiari conviventi, i genitori/tutori/affidatari se minori ed i caregiver con diritto al vaccino in via prioritaria.

Le nuove regole sul vaccino ai Caregiver

L’ordinanza stabilisce che debbano essere ammessi massimo 2 persone per ogni soggetto con disabilità, estensibili caso per caso. I caregiver e i loro assistiti rientrano nella Categoria 1 del Piano in base al codice di esenzione sulle patologie estremamente gravi. Se la 104 riguarda minori, il vaccino spetta ai  genitori o tutori e affidatari. Per gli invalidi con accompagnamento, ai loro careviger basta un’autocertificazione. Vediamo le modalità previste oggi dalle singole Regioni per i caregiver che vogliono aderire alla campagna vaccinale anti Coronavirus e che vogliono prenotare il vaccino anti Covid accedendo al canale preferenziale

Vaccino Covid Caregiver in Abruzzo

La Regione Abruzzo si è adoperata per garantire la vaccinazione anti Covid ai caregiver dando vita ad una nuova piattaforma telematica regionale, riservata proprio ai caregiver e ai familiari conviventi dei disabili gravi (ai sensi della legge 104/92 art.3 comma 3 e che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto) sul portale sanita.regione.abruzzo.it. Da segnalare, tuttavia, una limitazione per alcune categorie di caregiver di soggetti in base alla patologia, in contrasto con le direttive nazionali.

Vaccino Covid Caregiver in Basilicata

Da aprile in Basilicata anche i caregiver possono prenotarsi per il vaccino attraverso la piattaforma di Poste Italiane o tramite il numero verde 800 00 99 66.

Vaccino Covid Caregiver in Calabria

In Calabria ha stentato a partire il piano vaccinale per gli accompagnatori e dei conviventi dei soggetti estremamente vulnerabili che non potevano effettuare la prenotazione tramite l’apposita email dedicata alla prenotazione delle vaccinazioni per i soggetti fragili (piattaformavaccini@regione.calabria.it). A sopperire è subentrata la piattaforma informatica della Protezione Civile, con cui raccogliere le richieste dei caregiver. Dopo la registrazione e le verifiche del caso, i richiedenti possono effettuare la prenotazione sulla piattaforma di Poste Italiane: http://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it. Il servizio di prenotazione per le persone fragili, individuate attraverso i codici di esenzione SSN, è integrato con le casistiche non ricomprese in quelle contemplate dal Servizio sanitario nazionale. Le prenotazioni sono consentite in rapporto alle dosi di vaccini allo stato disponibili. Tuttavia non stanno mancando i forti disservizi.

Vaccino Covid Caregiver in Campania

In Campania i medici di medicina generale possono inserire i dati dei soggetti fragili sul portale telematico della Regione per farli contattare dalle Aziende Sanitarie per la vaccinazione. I cittadini con disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica, ai sensi della legge 104/1992, art.3 comma 3 possono prenotarsi anche tramite il portale della Regione, così come i loro conviventi e caregiver.

=> Come disdire una prenotazione per vaccino COVID

Vaccino Covid Caregiver in Emilia Romagna

In Emilia Romagna sono ammessi alla vaccinazione i conviventi e i caregiver purché questa condizione venga  autocertificata con l’indicazione del nome della persona assistita che sarà verificato e timbrato dall’operatore dello sportello. Non è necessario il requisito della convivenza. Le autocertificazioni compilate allo sportello devono essere conservate da chi si prenota e consegnate all’atto della vaccinazione.

Vaccino Covid Caregiver in Friuli Venezia Giulia

In Friuli sono partite il 24 marzo le prenotazioni per le persone fragili tramite il CUP, le farmacie o tramite il Call center al numero 0434 223522. La vaccinazione è già stata estesa anche a conviventi e caregiver.

Vaccino Covid Caregiver in Lazio

Anche il Lazio figura tra le prime Regioni che si sono mosse subito per vaccinare le categorie più a rischio. La prenotazione per i familiari e caregiver avviene chiamando il numero 06/164161841 e comunicando il codice fiscale della persona assistita. L’accesso alla vaccinazione di altri familiari / conviventi / caregiver è possibile attraverso le modalità di prenotazione per fasce di età, in base al piano vaccinale.

Vaccino Covid Caregiver in Liguria

Secondo i piani, a partire dalla prossima settimana in Liguria potranno prenotare il vaccino anti-Covid anche i caregiver delle persone con disabilità ai sensi della legge 104/92, comunicandolo ai medici di famiglia.

Vaccino Covid Caregiver in Lombardia

In Lombardia i caregiver e i familiari conviventi delle persone con grave disabilità, così come i conviventi dei pazienti estremamente vulnerabili, possono vaccinarsi contro il Covid direttamente il giorno che accompagneranno all’appuntamento il soggetto da vaccinare, quindi senza prenotazione, tuttavia previa presentazione, al momento dell’accoglienza al Centro, di apposita autocertificazione (scaricabile qui). Per la prenotazione del soggetto disabile o estremamente vulnerabile, in Lombardia la prenotazione del vaccino anti SARS-CoV-2 si effettua online attraverso il nuovo sito unico, basato su piattaforma di Poste Italiane (si può fare anche via postamat e chiedendo al postino).

Vaccino Covid Caregiver in Marche

Nelle Marche dovrebbe prendere il via in questi giorni il Piano di vaccini per caregiver e conviventi dei disabili e degli estremamente vulnerabili, compatibilmente con le forniture dei vaccini. La prenotazione avviene sulla consueta piattaforma e viene richiesto di presentare autocertificazione al momento della vaccinazione. I caregiver saranno vaccinati presso i PVP, i punti di vaccinazione di popolazione attivi sul territorio.

Vaccino Covid Caregiver in Molise

In Molise è necessaria la valutazione del caso e per poter procedere all’autorizzazione di adesione dei conviventi/caregiver inviando una email all’indirizzo conviventi.vulnerabili@regione.molise.it contenente:

  • la dichiarazione sostituiva editabile, sottoscritta e firmata dai conviventi/caregiver del soggetto vulnerabile, nella quale gli stessi dichiarino di essere conviventi o caregiver del soggetto estremamente vulnerabile;
  • allegando un documento di riconoscimento in corso di validità dei dichiaranti conviventi/caregiver;
  • indicando nella mail il codice di adesione alla campagna vaccinale del soggetto estremamente vulnerabile (non indicarlo nel caso di minori vulnerabili);
  • inviando copia del tesserino di esenzione per patologia del soggetto estremamente vulnerabile, rilasciato dalla Azienda Sanitaria oppure, se in possesso, copia del verbale di riconoscimento allo stesso in qualità di disabile grave ai sensi della Legge 104/92 art. 3 comma 3.

Vaccino Covid Caregiver in Piemonte

In Piemonte i caregiver devono esprime la disponibilità all’immunizzazione al proprio medico di famiglia.

Vaccino Covid Caregiver in Puglia

In Puglia il vaccino dei cargiver va di pari passo con quello delle persone con elevata fragilità e grave disabilità. La persona interessata estremamente vulnerabile deve attendere la chiamata del proprio medico di medicina generale o del centro specialistico di cura. La persona interessata con grave disabilità contatta il proprio medico. La presenza di familiari conviventi e caregiver può essere comunicata al medico o al centro di cura, così che i centri specialistici li possano prendere in carico anche loro.

Vaccino Covid Caregiver in Sardegna

La Regione Sardegna è stata l’ultima ad avviare la campagna di vaccinazione degli over 80 e per i nati prima del 1942. Ancora non si hanno notizie delle procedure per i soggetti fragili, i disabili e i loro caregiver. In ogni caso agli aventi diritto arriva un sms con l’invito a registrarsi sulla piattaforma regionale per la prenotazione (https://vaccinocovid.sardegnasalute.it).

Vaccino Covid Caregiver in Sicilia

In Sicilia i caregiver e i familiari conviventi delle persone con grave disabilità accedono al vaccino senza prenotazione, quando accompagnano l’assistito, ma devono dimostrare di essere incaricati ad accudire il malato.

Vaccino Covid Caregiver in Toscana

In Toscana è online il portale regionale per le vaccinazioni espressamente dedicato alle persone estremamente vulnerabili e i loro caregiver, tramite il quale registrare la propria pre-adesione, all’indirizzo prenotavaccino.sanita.toscana.it. La Regione ha inviato 2.300 sms a genitori di minori sotto i 16 anni con disabilità e gravi problemi di salute. Per gli altri caregiver la Regione aspetta ulteriori dosi.

Vaccino Covid Caregiver in Umbria

In Umbria la vaccinazione per le persone fragili sono iniziate a partire dai soggetti in cura e presi in carico dal Sistema sanitario regionale su chiamata diretta delle strutture sanitarie. Le prenotazioni sono partite il 1° aprile sul portale della Regione, le farmacie o tramite il medico di famiglia in caso di vaccinazione a domicilio. Dal 6 aprile hanno preso il via anche le prenotazioni per caregiver e familiari conviventi.

Vaccino Covid Caregiver in Veneto

Il Veneto è stata una delle prime Regioni a estendere la vaccinazione anche a conviventi e caregiver. Le persone fragili possono ricevere il vaccino previa convocazione. Per prenotare è online il sito unico della Regione Veneto oppure si può prenotare il vaccino da quello della propria Ulss.

Vaccino Covid Caregiver in Valle d’Aosta

In Valle d’Aosta la vaccinazione di massa è iniziata il 1° marzo 2021, è l’azienda USL a contattare direttamente la popolazione secondo le priorità. Per ora non si hanno notizie sulle modalità di accesso per i caregiver.

Il punto della situazione

A fine maggio, in base al monitoraggio in tempo reale del Governo, risultano vaccinati circa 7 milioni di soggetti fragili e caregiver. Secondo il censimento UNIAMO (Federazione Italiana Malattie Rare) condotto nello stesso mese, il 57,2% di coloro che hanno risposto all’indagine ha ricevuto il vaccino (il 26,9% ha completato il ciclo vaccinale) ma il 30,3% ancora non riesce a prenotarsi. Chi ha ricevuto la prima dose è rientrato nella categoria dei fragili (51,6%) o caregiver (26,1%).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.