fbpx

Coltivare secondo Natura

Emma Zanotti è una giovane pantera: giovane per età, ma agile e capace di arrampicarsi quasi come un vero felino, sia pure seguendo tutte le precauzioni per essere sempre in sicurezza. Emma ha da sempre una passione per la natura, gli animali e l’attività fisica.

Ha conseguito una laurea magistrale in scienze naturali, con specializzazione in entomologia forense, collaborando per più di tre anni con la professoressa Cristina Cattaneo e il laboratorio Labanof di Milano. La sua tesi è stata premiata con il Premio Giovanni Binaghi dalla Società Entomologica Italiana.

Durante gli anni dell’università e anche in seguito ha frequentato molti corsi – e ancora ne frequenta – per imparare le tecniche di tree climbing e di lavoro in quota con funi. E’ guida naturalistica abilitata per le scuole di ogni livello (4-18 anni) e per adulti, ha svolto attività di formazione attiva in fattoria e ha realizzato eventi tematici per tutte le età. Ha collaborato per 8 anni con Ersaf per il monitoraggio degli insetti nocivi in Lombardia.

Attualmente è apicultrice e collabora con l’azienda agricola NaturArt Farm di sua sorella Paola nell’Oltrepo’ pavese. Sta anche iniziando una sua attività in tree climbing – potatura e manutenzione di alberi di grandi dimensioni.

Emma ci farà capire meglio i diversi aspetti dell’agricoltura, il suo impatto ambientale, e come si dovrebbe agire per evitare il consumo eccessivo del suolo. Non sempre possiamo fidarci di chi si dichiara “verde” o “sostenibile”. Cercheremo di farci un’idea più precisa, pur restando cittadini, con il suo aiuto.

agricoltura verticale

Agricoltura Verticale, l’innovazione possibile

Occorre sfruttare edifici dismessi, magazzini abbandonati, terreni non più produttivi con un metodo di coltivazione che si chiama “agricoltura verticale” . Se vogliamo ottenere una diminuzione delle emissioni di anidride carbonica e di altri inquinanti, dobbiamo diminuire i trasporti, e coltivare il nostro cibo vicino, o addirittura all’interno delle città