Bancomat o carta? No grazie, pago in contanti

Pubblicato il 27 maggio 2011 in , da redazione grey-panthers
pos

In coda alla cassa del supermercato, di un negozio di abbigliamento, in farmacia, in posta: quando si paga con carta o bancomat gli accorgimenti sono sempre gli stessi: guardarsi alle spalle, chiedere il rispetto della distanza per la riservatezza, coprire la tastiera nel digitare il codice pin, osservare l’integrità della macchina e della tastiera. È probabilmente a causa di questa diffidenza che gli italiani, soprattutto donne e anziani, preferiscono il pagamento con i contanti, forse anche per una scarsa dimestichezza con la tecnologia. Seppure il bancomat sia nelle tasche del 70% della popolazione, infatti, solo il 52% lo usa per prelevare, il 53% per fare acquisti. Tra le paure che limitano il ricorso al bancomat, quella oggi più diffusa è sicuramente la clonazione della carta. Risultano allora gradite le videocamere di sicurezza, gli sms che segnalano tempestivamente prelievi superiori a un certo importo, tecnologie innovative di sicurezza aggiuntive rispetto al codice pin, come ad esempio l’impronta digitale.

Se da una parte c’è quindi una certa reticenza nei confronti dei pagamenti elettronici, è anche vero che non tutti gli esercizi commerciali sono disposti a rinunciare al contante: solo il 64% dei piccoli esercenti, come farmacie, benzinai e tabaccai, accetta infatti pagamento con bancomat.

Un commento su “Bancomat o carta? No grazie, pago in contanti

  1. Quante volte leggiamo di persone depredate dei loro soldi all’uscita della banca o della Posta?
    Quante volte leggiamo di persone scippate della borsa contnente contanti?
    E’ vero che anche Bancomat e Carte di Credito possono essere rubate, ma per spendere soldi si deve conoscere qualcosa che non è scritto sulla carta: il PIN -numero di identificazione personale!
    E’ vero che Bancomat e Carta di credito possono essere clonate (copiate), ma è sufficiente non perderle di vista come facciamo normalmennte con il nostro portafoglio.
    Forse sarebbe utile riflettere su queste piccole idee per facilitarsi la vita!
    L’unico reale pericolo legato all’uso di queste magiche figurine, Bancomat e Carte di Credito, è la facilità di acquisto che offrono: con un semplice gesto si possono spendere 10 o 1000 euro senza battere un ciglio!!

I commenti sono chiusi.