Io c’ero

Laura Bolgeri, nata a Udine, vive a Milano. Regista RaiTv (ha seguito per anni anche i Telegiornali per il TG3) ha condotto “regie” ai servizi giornalistici e firmato programmi culturali di ampio respiro.  Autrice dei documentari sui progetti di Renzo Piano, ha realizzato numerosi filmati che riguardano tematiche sociali e altre culture (Marocco, Senegal).Schermata 2017-03-01 alle 13.05.54Schermata 2017-03-01 alle 12.48.43

Schermata 2017-03-01 alle 12.48.13

Tra le tante espressioni giornalistiche di Laura Bolgeri ci sono anche i libri: il più recente è un poetico viaggio nel tempo dove l’autrice incontra personaggi come Giorgio Strehler, Salvatore Veca, Claudio Magris, Renzo Piano, Giovanni Soldini, Renzo Arbore, che svelano la loro cucina delle meraviglie… Ognuno di loro ha abbandonato per un istante il tempo presente e attraverso il ricordo di un cibo amato, ha condiviso l’intimità di un frammento di vita, lontano, ma ben presente nel proprio inconscio. Il libro si Intitola: LA MEMORIA DEL GUSTO

Ma Laura ha scritto anche, nel 1990, un volume di citazioni e aforismi al femminile: LE DONNE HANNO DETTO

Laura Bolgeri, che ha collaborato con www.grey-panthers.it fin dall’uscita online, nel 2008, affronta una nuova rubrica e una sfida con i nostri lettori: IO C’ERO è un racconto dal vivo di un evento, un convegno, una presentazionedove Laura c’è, segue e rappresenta non solo la nostra testata, ma i lettori che ci seguono e che non mancheranno di apprezzare il suo lavoro e il suo racconto.

licia_maglietta

I nostri “Amati Enigmi”

Licia Maglietta ha messo in scena al Teatro Franco Parenti di Milano “Amati enigmi”, le appassionate confessioni della scrittrice Clotilde Marghieri su quel periodo della vita che permette una visione lucida e reale
luca novelli

La scienza, amica dei bambini

Il titolo del libro di Luca Novelli, “Ciao, sono Futura - Vera storia di un sogno sul domani”, suscita una certa curiosità. Prima di tutto nei nipoti, ma anche nei grandi

Ritorna Strehler, a vent’anni dalla morte

Il fare teatro in realtà rimane una grande forma di divertimento, anche se con implicazioni enormi, a volte altissime. Però l’elemento ludico, infantile, il fatto di mettersi a giocare e raccontare delle storie, di fingere degli amori che non ci sono, inventarsi delle passioni, degli odi e altre cose del...
Caravaggio

Caravaggio come l’ho visto io

Il Caravaggio ci coinvolge perché i personaggi rappresentati nelle sue tele hanno i caratteri della gente comune, anche quando sono personaggi mitologici, o santi e madonne. A nessun altro artista del passato sono stati dedicati tanti saggi e monografie, e tante mostre sia in Italia sia all’estero. E nessun altro...