Nikolai Lugansky

CD e altre musiche di febbraio II, di F. Nuzzo

Tutto lo splendore di Monteverdi negli Amori di Marte dell’Accademia del Piacere, poi l’umorismo di Haydn rivelato dal Quartetto Zaïde e le Kurfürstin-Sonaten - le Sonate Palatine, per violino - di Mozart. E, per finire, Schubert per il pianoforte di Nikolai Lugansky e l’universalità di Liszt all’organo di Thomas Monnet.

I dischi del mese: aprile ’14- 1

L’integrale dei Quartetti per archi di Juan Crisostomo de Arriaga, il Mozart spagnolo (o basco, per essere esatti), ancora Beethoven per il fortepiano della sud-coreana Soo Park, e la prima registrazione dei Concerti di Chopin di Nikolai Lugansky.