In movimento, con noi senior: nuovi esercizi per il tricipite

Pubblicato il 8 Luglio 2024 in , , da redazione grey-panthers
tricipite

L’allenamento proposto utilizza una peso da 1 kg. per esercitare il tricipite e tutta la parte superiore del corpo

Un esercizio per estensione del gomito che sta fermo e solo l’avambraccio si muove. il tricipite è l’unico muscolo del compartimento posteriore del braccio nonché il principale estensore di gomito ovvero il movimento che aumenta l’angolo tra avambraccio e braccio. Ormai lo sapete, tutti gli esercizi di questa rubrica sono studiati dai professionisti della Palestra Plus 1 Gym Concept di Milano.

Prima il video…

 

… e dopo l’approfondimento

di Diana Banfi

Un nuovo esercizio che coinvolge il tricipite: l’unico muscolo del compartimento posteriore del braccio nonché il principale estensore di gomito ovvero il movimento che aumenta l’angolo tra avambraccio e braccio.

L’avambraccio è la zona dell’arto superiore compresa tra il braccio e la mano. Al confine con il braccio, c’è l’articolazione del gomito, la quale unisce ulna e radio all’omero (cioè l’osso del braccio); al confine con la mano, invece, c’è l’articolazione del polso, che mette in comunicazione ulna e radio con le ossa del carpo.

tricipite
Avambraccio, muscoli anteriori e posteriori

Quali sono i muscoli dell’avambraccio?

I muscoli dell’avambraccio sono i muscoli con sede, totalmente o solo in parte, lungo la porzione anatomica compresa tra gomito e polso. e  comprendono la sezione anatomo-scheletrica composta da ulna e radio

In totale, ci sono 20 muscoli dell’avambraccio:

  • 8 costituiscono il compartimento anteriore dell’avambraccio;
  • 12 formano il compartimento posteriore dell’avambraccio

Di conseguenza, l’avambraccio è una struttura dinamica in cui i carichi si distribuiscono su tutto l’arco senza dover concentrarsi in una sola zona.

I muscoli dell’avambraccio anteriore svolgono la funzione di flettere il polso e le dita della mano, di ruotare l’avambraccio e di muovere il polso. Invece, i muscoli dell’avambraccio posteriore controllano l’estensione del polso e delle dita, la supinazione dell’avambraccio (il movimento extrarotatorio che, a gomito flesso, rivolge il palmo della mano verso l’alto) la flessione del gomito, l’estensione del gomito e l’abduzione del pollice

I muscoli posteriori vengono detti muscoli estensori dell’avambraccio e sono quelli che, con l’esercizio proposto oggi dal trainer, attiveremo con l’aiuto anche del manubrio da 1 kg.

 

Fonti:        https://www.topdoctors.it/articoli-medici/muscoli-dell-avambraccio-come-funzionano#

https://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/muscoli-avambraccio.html

Immagine:    https://www.chimica-online.it/anatomia-umana/avambraccio.htm

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.