Uno smartphone pensato per la terza età

Pubblicato il 15 novembre 2014 in da redazione grey-panthers

Gli over 60 fanno sempre più uso di apparecchi tecnologici. Questa realtà rappresenta un mercato ancora inesplorato con potenzialità interessanti, grazie anche alla maggiore possibilità di spesa rispetto alle giovani generazioni. Pertanto alcune aziende tecnologiche hanno saputo tenere conto delle necessità del pubblico senior. E’ il caso di Doro che, da anni, persegue l’obiettivo di colmare il divario digitale tra giovani e anziani introducendo sul mercato dispositivi progettati appositamente per questi ultimi.

L’azienda, già leader nello sviluppo di telefonia mobile semplificata, ha di recente presentato lo smartphone Android Doro Liberto 820 che, grazie alla sua semplicità d’uso e a specifici accorgimenti, permette di diventare uno strumento utile per gli anziani. Prima caratteristica di Liberto 820 è la presenza della funzione My Doro Manager che consente di controllare il cellulare da qualsiasi altro smartphone Android abilitato. In questo modo, parenti e amici possono essere di aiuto nel configurare a distanza numerose impostazioni.

Doro lancerà nei primi mesi del 2015 anche un portatile semplificato, l’Easy PC, con schermo touch e display da 15,6 pollici, dotato di icone ampie e ben leggibili per rendere più agevole la navigabilità del menu.

di Mariarosa Coppi

(Fonte: Paola Fontana – Pc e telefonini facili per gli anziani – 3/11/2014 –www.repubblica.it)

One thought on “Uno smartphone pensato per la terza età

  1. ottima iniziativa !
    anche per gli appassionati delle nuove tecnologie e gli utenti evoluti, queste apparecchiature sono piene di funzioni non proprio essenziali e che rischiano di confondere le idee a chi allo smartphone non chiede che di telefonare, inviare messaggi e fare fotografie.
    a quando versioni semplificate ed intellegibili dei manuali di istruzione, per telefoni, apparecchi fotografici etc. ?

Comments are closed.