Dalla parte di lei, per capire la società attraverso il cinema

Pubblicato il 2 ottobre 2017 in

Un collaboratore già noto ai nostri lettori, Pierfranco Bianchetti *, si cimenta ora in una nuova rubrica che cerca di scegliere, nell’ampio panorama della filmografia internazionale, pellicole e storie significative, attraverso le quali si evidenziano aspetti della vita sociale, vista dalla parte delle donne. In un momento storico nel quale femminicidio e violenza  inducono a riflettere seriamente, questa rubrica tenta di farlo in modo singolare, recuperando una cultura del film che è cultura della società e degli uomini.

Anticipiamo qualche tema:

  • La donna dolce, tenera e ribelle nel cinema degli anni Settanta;
  • La Resistenza al nazifascismo dalla parte delle donne sullo schermo;
  • La donna nella commedia americana spumeggiante la (screwball comedy degli anni Trenta e Quaranta);
  • ……….

Vi invitiamo a commentare, proporre, discutere

 

* Pierfranco Bianchetti , giornalista pubblicista e socio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani è laureato in Sociologia presso l’Università di Trento. E’ stato responsabile per sedici anni dell’Ufficio Cinema del Settore Spettacolo del Comune di Milano e ha diretto nello stesso periodo l’attività del Cinema De Amicis, locale d’essai a conduzione civica fino alla sua chiusura nel dicembre 2001. Ha anche organizzato  varie retrospettive sul cinema italiano in alcune città europee gemellate con Milano ( San Pietroburgo, Bucarest). Collaboratore di varie manifestazioni filmiche (Panoramica – I Film di Venezia a Milano; Locarno a Milano; Il Festival del Cinema Africano; Sguardi altrove; ecc.)  è stato “cronista cinematografico” per molti anni delle pagine degli spettacoli milanesi- lombarde de l’Unità e de Il Giorno. Dopo il pensionamento dal Comune di Milano nel 2003 ha curato per oltre sei anni rassegne e cicli sul tema Cinema e Storia al Civico Museo di Storia Contemporanea di Via Sant’Andrea e per più di dieci anni la rassegna Cinema Letteratura presso la Biblioteca Comunale di  Via Oglio.

Lascia un commento