Il Libano che abbiamo visto noi e che vorremmo rivedere così

Pubblicato il 5 Agosto 2020 in da Vitalba Paesano

E’ stato un grande viaggio, quello che un paio di anni fa ha portato gli amici Grey Panthers in Libano, tra reperti archeologici, cultura fenicia e grande cedri. Un contesto che in quel momento era finalmente aperto alle visite di chi aveva seguito in passato e per anni le vicende di guerra, da lontano, tremando per la sicurezza di questa fragile nazione dove culture musulmane e cattoliche fanno della loro reciproca tolleranza una garanzia di pace.

Per questo oggi, vedendo sequenze tv e apprendendo dei rischi che questa fragile pace sta vivendo, non possiamo non dedicare al Libano e ai Libanesi, ospitali e gentilissimi, generosi e accoglienti per natura, questo spazio.

E per questo stesso motivo riprendiamo  Antiche memorie sulla costa del Libano_– un articolo testimonianza del giornalista Bruno Gambarotta, che era nel nostro gruppo

 

 

 

Libano

Baalbeck, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, la “Città del Sole”, il più straordinario sito archeologico del Libano e la città romana più importante del Medio Oriente