I suoni del mondo tra le mura del castello di Grumello

Pubblicato il 9 maggio 2017 in , da redazione grey-panthers
Castello di Grumello

Si chiama Volti sonori del mondo” il viaggio musicale che attende i visitatori del Castello di Grumello del Monte (Bg) domenica 14 maggio. Un concerto che apre una finestra sui ritmi e le note dei più diversi Paesi: passando dalla Spagna al Brasile, dall’Argentina ai Balcani, dalla Grecia a Israele e fino all’Armenia. Sul palco risuoneranno le note di mandolino e mandola di Dea Škorić, Giacomo Ferrari al pianoforte e melodica, Davide Tedesco al contrabbasso.

Un’occasione particolare per visitare il maniero valcalepino, le cui prime origini risalgono al XIII secolo. Il maniero ebbe per tutto il Medioevo funzione di osservatorio, difesa e raccolta della popolazione del paese, che vi poteva trovare rifugio durante scontri e guerre. A partire dal XVIII secolo il Castello fu trasformato in residenza patrizia dallo stile semplice e austero, gli antichi spalti divennero una corte e il complesso venne arricchito da una cappella privata ricca di stucchi e vetri colorati.

Durante la giornata di apertura straordinaria si potranno visitare le cantine e le bellezze artistiche del Castello di Grumello come la Torre merlata guelfa, la cappella settecentesca, le scuderie e l’ampio cortile circondato da ippocastani secolari.

“Volti sonori del mondo” – Domenica 14 maggio ore 12.

Prezzo: 45 euro

Per informazioni e prenotazioni: 348/3036243

Programma concerto

Dea Škorić  mandolino, mandola – Giacomo Ferrari  pianoforte, melodica – Davide Tedesco  contrabbasso

M. De Falla/F. Kreisler: “Danza Spagnola” (da La vida breve)

I. Albeniz:”Asturias”

R. Gnattali: “Pixinguinh”a (da Suite Retratos)

A. Piazzolla: “Oblivion”

V. Monti: “Czardas”

G. Bregovic: “Lullaby”

A. Dvorak: “Danza Slava op. 46 n. 8”

M. Hadjidakis: “The Concerto”

V. Kioulaphides: “Diferencias”

D. Nicolau: “Summer Dance” (da Simple Suite op. 151)

S. Gronich: “Yesh Li Simpatia”

A. Kaufmann: “Burletta e Mitoka Dragomirna”