QuBì, la ricetta di Milano contro la povertà infantile

Pubblicato il 3 Gennaio 2019 in da redazione grey-panthers

Ventitré “ricette” – provenienti dai 25 quartieri milanesi coinvolti – per continuare la lotta contro la povertà infantile. Una questione che nella sola Milano riguarda oltre 20mila bambini, costretti a vivere sotto la soglia di povertà. Il Programma QuBì, promosso da Fondazione Cariplo con Banca Intesa, Fondazione Invernizzi, Fondazione Fiera Milano e Fondazione Vismara, risponde al problema mettendo in campo un grande progetto cittadino che vede coinvolti importanti attori economici e sociali, insieme a molte realtà del terzo settore, guidate da un’unica strategia di intervento: aumentare efficacia ed impatto delle singole azioni di contrasto alla povertà con l’intento non secondario di sperimentare una modalità di risposta replicabile in altri contesti.

Grazie ai 25 milioni di euro previsti per il piano triennale, durante il 2018, sono stati attivati diversi interventi finalizzati sia a rafforzare i percorsi di accompagnamento delle famiglie, sia a contrastare la povertà alimentare. La prima azione di sistema lanciata dal Programma è “Al Bando le Povertà!”, una call che ha permesso di coinvolgere 557 organizzazioni in 23 reti cittadine che gestiranno un budget di quasi 5 milioni di euro per realizzare concretamente le “ricette” di quartiere, strutturate grazie all’aiuto di facilitatori. Un aiuto concreto di cui beneficeranno, si stima, quasi 60mila abitanti della città, dei quali la metà sono bambini ed adolescenti. Questa azione è stata realizzata in stretta collaborazione con il Comune di Milano che, grazie a QuBì, rafforzerà il comparto degli assistenti sociali dei servizi territoriali e potrà partecipare attivamente alla declinazione delle ricette.

quibi

Sul versante povertà alimentare, nel 2018 il Programma QuBì ha sostenuto l’attivazione del primo Emporio della Solidarietà di Caritas Ambrosiana a Milano, nel quartiere Barona, in via San Vigilio 45. Inoltre, in collaborazione con il Banco Alimentare sono stati avviati due Hub di raccolta e redistribuzione delle eccedenze alimentari cittadine: nei primi 8 mesi di attività degli Hub sono stati recuperati 58.476 kg di eccedenze alimentari, redistribuiti a 23 strutture caritative sul territorio, grazie al coinvolgimento di 16 nuovi punti vendita alimentari aderenti all’iniziativa.

Oltre al kick-off dei 23 progetti nei quartieri protagonisti del bando, obiettivo prioritario del Programma QuBì per il 2019 è quello di continuare a rispondere alle necessità alimentari delle famiglie in povertà grazie all’apertura di nuovi Empori della Solidarietà e ad una ottimizzazione degli Hub del Banco Alimentare per il recupero e la redistribuzione degli eccessi alimentari.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.