A “Tempo C” “Creatività” è anche aiutare le mamme che non lavorano

Pubblicato il 10 giugno 2018 in , da redazione grey-panthers

Maria è mamma di Filippo, faceva la parrucchiera e il suo lavoro le piaceva moltissimo. Un giorno scopre di essere incinta. Felice della meravigliosa notizia cerca di organizzare al meglio tutto, conciliare la nuova vita di mamma e di lavoratrice. Quando nasce Filippo si rende conto delle molte difficoltà legate alla nuova condizione. Maria non ha nonni a cui affidare Filippo e la babysitter costa troppo. Con dispiacere si trova costretta a licenziarsi.  Quando Filippo compie un anno Maria inizia a pensare alla possibilità di mandarlo al nido e valuta diverse strutture per scegliere il luogo più adatto al suo piccolo. Raccoglie più informazioni possibili ma si trova davanti a una situazione paradossale: deve iniziare a pagare la retta del nido che ha scelto ma non ha più un lavoro e se Filippo non andrà al nido Maria non potrà di conseguenza mai trovare un lavoro. Un gatto che si morde la coda!

In questa situazione si trovano oggi molte mamme. Il progetto “Prima le mamme e i bambini” mira ad aiutare le mamme nell’inserimento o nel reinserimento nel mondo del lavoro dopo la nascita del proprio figlio sostenendo in tal modo in primo luogo il ruolo della donna e il suo diritto a diventare madre. Queste donne sono persone che attraversano un momento di difficoltà, che potrebbe restare transitorio se prontamente sostenuto. Spesso le mamme disoccupate si trovano penalizzate nel poter inserire il loro bambino al nido, rispetto ai punteggi delle graduatorie, e in questo modo difficilmente possono riprendere a lavorare entrando così in un circolo vizioso mentre sostenendole economicamente diamo loro la possibilità di uscire da questo vortice.

Dal 2012 Tempo C porta avanti con tenacia questo progetto, prima grazie ai finanziamenti di un bando sociale emesso dal Comune di Segrateche ha consentito defalcare in parte le rette del nido a carico delle madri. Ora la Cooperativa ha deciso di sostenerlo, in parte grazie a donazioni. Per tutti i nonni che ben capisco le esigenze e le difficoltà delle mamme c’è la possibilità di dare una mano con un contributo, seguendo questo link . La vostra donazione sosterrà le mamme come Maria in un momento molto delicato della loro vita. Per chi vuole sapere di più di “Tempo C”, basta seguire questo link