“La Nuova destra in Europa”, di Matteo Luca Andriola

Pubblicato il 24 Settembre 2019 in , da redazione grey-panthers
europa

La Nuova destra in Europa. Il populismo e il pensiero di Alain de Benoist”, di  Matteo Luca Andriola

Ed. Paginauno – Collana Saggistica

pagine 476 – euro 25,00

Per acquisto online

Un’analisi approfondita e aggiornata sulla crescita dei partiti e dei leader di destra europei: Salvini, Le Pen, AfD in Germania. E sulle teorie che si diffondono: tra le altre, quella di de Benoist e dei più recenti Dugin e Bannon. Il volume La Nuova destra in Europa. Il populismo e il pensiero di Alain de Benoist, di Matteo Luca Andriola, edito da Paginauno, è l’edizione aggiornata al 2019 di un primo lavoro che Andriola aveva pubblicato nel 2014, sempre dedicato ai movimenti e ai partiti di destra europei. Oggi, con l’esplosione di Salvini e Le Pen e la crescita del partito AfD in Germania, per citare tre esempi importanti, come non tornare sul tema? A partire dall’idea che esiste una rivoluzione ideologica legata alle teorie di Alain de Benoist, Andriola, in 476 pagine, propone un’analisi approfondita e aggiornata sui movimenti e i partiti di destra europei, con nuove figure di teorici come Alexander Dugin e tendenze come l’Alt-Right statunitense, incarnata da Steve Bannon e dal suo The Movement.

La Nuova destra in EuropaL’esplosivo successo elettorale dei partiti di destra alle ultime elezioni europee ha suggerito di riproporre, aggiornato di cinque anni, il saggio del 2014. In quell’occasione Andriola identificava in una rivoluzione ideologica, iniziata quarant’anni prima dall’intellettuale Alain de Benoist, la crescita che i vari movimenti di destra già avevano registrato, li analizzava seguendone il percorso e tirava le file dei legami creati, e tuttora esistenti, tra la Nuova destra come corrente culturale e le diverse formazioni politiche. Oggi la Lega di Salvini è arrivata al 34% alle europee, il Front national francese al 23% e una nuova formazione, l’AfD, non cessa la sua cavalcata in Germania, mentre sul piano teorico a de Benoist si è affiancato Alexander Dugin con la sua Quarta Teoria Politica e in Europa ha iniziato ad agire l’Alt-Right statunitense, incarnata da Steve Bannon e dal suo The Movement: tutto ciò è affrontato in questa nuova edizione aggiornata. Come nasce questo cambiamento, come siano stati abbandonati i riferimenti storici per attingere a una parte del pensiero che un tempo apparteneva alla sinistra e come questo percorso abbia condotto la Nuova destra al successo, trovano una risposta in questo libro inchiesta.

Spiega l’autore, Matteo Luca Andriola: “Ho deciso di aggiornare la prima edizione del mio libro davanti a fenomeni quali la Brexit in Inghilterra, l’elezione di Donald Trump negli Stati Uniti e il crollo dei partiti storici europei, nonché l’ascesa di movimenti populisti di vario tipo, specie collocati a destra. A dimostrazione della centralità del fenomeno populista in Europa e della diffidenza crescente delle masse popolari verso i partiti tradizionali, identificati come i responsabili della crisi politica. È in questo vuoto che fa breccia la strategia egemonica dei circoli che gravitano attorno ai partiti populisti, che si identificano nelle tesi della Nouvelle droite e nelle riflessioni del filosofo francese Alain de Benoist. Tutto questo in una fase in cui il grosso della sinistra si trova sprovvista di una strategia politica, e soprattutto culturale, per uscire dalla crisi”.

 

AndriolaL’autore: Matteo Luca Andriola

È nato a Saronno nel 1984. Autore di numerose inchieste sull’estrema destra per la rivista Paginauno, collabora con varie testate giornalistiche quali Lettera43, Linkiesta, Il Dubbio, Stylo24 e L’Interferenza.  Nel 2014 ha scritto un primo volume dedicato ai movimenti di destra europei, edito da Paginauno.