Fondation Gianadda, 40 anni tra arte e musica

Pubblicato il 19 novembre 2018 in da redazione grey-panthers
Fondation Gianadda

Ricorre il 19 novembre il 40° anniversario di costituzione della Fondation Pierre Gianadda di Martigny, voluta da Leonard Gianadda in memoria del fratello Pierre, vittima nel 1976 di un incidente aereo a Bari. Una fondazione che a pochi anni dall’inaugurazione è diventata un luogo di richiamo degli appassionati d’arte di tutta Europa. In questi quarant’anni si sono succedute esposizioni di portata internazionale che possono far rilevare proprio quest’anno il passaggio di ben 10 milioni di visitatori. Rodin, Giacometti, Chagall, Degas, Gauguin, Van Gogh, Monet, Renoir, Cézanne e, questa estate, Soulages, uno dei più grandi artisti francesi della scena contemporanea, sono solo alcuni dei nomi famosi che spiccano tra gli oltre centocinquanta eventi espositivi organizzati in questo arco di tempo.

Fondation GianaddaMa nella Fondation Pierre Gianadda c’è anche il museo gallo-romano che si è andato sempre più arricchendo di materiali e di una museografia esemplare, acquisendo, dopo i ritrovamenti del 2011, delle sculture in marmo di Apollo e Ercole che testimoniano ulteriormente, con i reperti già presenti, il ricco passato di Martigny, la Octodurus dei Romani. Il museo dell’automobile, il più importante della Svizzera, che si è ampliato accogliendo negli anni modelli eccezionali e spesso unici; e il parco delle sculture che circonda l’edificio della fondazione e che è considerato fra i più importanti d’Europa con la presenza di opere dei più importanti scultori del XX secolo, da Rodin a Brancusi, da Degas a Mirò, da Ernst a Calder, da Laurens a Moore e via di questo passo con Arp Richier, Marini, Bill, Dubuffet, Tapies, Chillida, César De Kooning, Penalba, Lalanne, de Saint Phalle. E la diffusione della scultura a Martigny prosegue lungo le vie e le rotonde della città.

 

 

Dal 1996, poi, la Fondazione si è estesa anche come luogo espositivo restaurando il Vieil Arsenal della città e inglobandolo nel parco per ospitare le manifestazioni più varie: fra le altre sono da ricordare le mostre dedicate a Charlie Chaplin, a Leonardo da Vinci inventore, a un evento storico come il passaggio di Napoleone attraverso le Alpi, o a vari artisti svizzeri contemporanei. Infine il lato musicale della proposta culturale della Fondation Gianadda, con stagioni che si sono succedute negli anni e che hanno richiamato appassionati melomani ai concerti di Cecilia Bartoli e  dei Solisti Veneti, oltre che di Christian Zacharias, Murray Perahia, Maurizio Pollini, Alain Planès, dei fratelli Capuçon e di altri ancora.

 

Fondation Pierre Gianadda

Rue du Forum 59, Martigny (CH)

Orari: da novembre a giugno 10 h – 18 h

Prezzi: Intero EUR 16.50 – ridotto (over 60) EUR 15

Informazioni: tel. +41 (0)27 722 39 78 –info(@)gianadda.ch

Fondation Gianadda

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.