25 idee scientifiche per vivere con gioia

Pubblicato il 30 Maggio 2019 in , da redazione grey-panthers

“Prove di felicità di Eliana Liotta

La Nave di Teseo – I Fari

Pag. 250 – euro 15,30

Acquista online

 

 

Si può cominciare così. A piccole dosi. Con una personale playlist. Per esempio sorridendo di più. Evitando la solitudine. Tagliando le cose inutili. Facendo del bene. Dormendo il giusto. Mangiando sano. Ascoltando buona musica. Prendendosi del tempo. Centellinando uno dopo l’altro i 25 suggerimenti di Eliana Liotta, vidimati dalla scienza medica dell’ospedale San Raffaele. Cercando ogni volta le ragioni che rendono la vita un piacere e non un dispiacere. Ripensando alle parole di un grande imperatore come Marco Aurelio, che la mattina quando si svegliava considerava un privilegio “essere vivo, respirare, pensare, provare gioia, amare” e a sua insaputa mobilitava la chimica dei sentimenti fatta di endorfine, ossitocina, triptofano, serotonina… Noi non siamo al suo livello. Non abbiamo imperi, né eserciti, né tesori. Ma anche noi, al pari dell’imperatore, abbiamo il dono gratuito di un corpo che fornisce la materia prima per indirizzare il nostro umore verso il meglio della vita. È importante saperlo. È utile riconoscerlo. Perché anche noi, dopo tutto, abbiamo lo stesso diritto: meritiamo di essere felici.

Un traguardo alla portata di tutti

C’è un sentimento di giustizia e di equità distributiva nell’inventario che Eliana Liotta ha trasformato in un avvincente viaggio nelle emozioni umane. Questo: la felicità non è una meta esclusiva per un’élite privilegiata, è un traguardo raggiungibile e alla portata di tutti. “Prove di felicità”, il nuovo libro dell’autrice di “La dieta smartfoode L’età non è uguale per tutti” è un invito a vivere con gioia il proprio Prove di felicitàtempo, combinando altruismo e ideali (fare bene aiuta a stare bene) con il cibo della salute e l’evidenza scientifica. Attraverso le azioni e gli stili di vita si può costruire un’esistenza sana, appagante, resiliente e umana coltivando l’ottimismo invece del pessimismo, come suggeriscono le ultime ricerche. Sensazioni e momenti che fino a poco tempo fa sfuggivano a un metodo scientifico rigoroso oggi hanno corrispondenze certe sul nostro benessere, possono alterare nel bene o nel male una giornata o un’esistenza.
Più felici, cioé più sani
“È la prima volta in Europa che un’istituzione medica e un’università collaborano a un libro che parla di felicità, un ingrediente della vita difficile da definire e quantificare”, spiega Eliana Liotta. Il risultato è che alla fine delle 280 pagine ricche di rimandi filosofici, letterari e scientifici ci si sente incoraggiati: il piacere di un incontro, un abbraccio liberatorio, una buona rete sociale, un viaggio alla ricerca dell’arte e della bellezza, un grande amore alimentano una chimica positiva che fa bene a corpo e cervello. Mentre solitudine, egoismi e cattivismi determinano un indebolimento delle difese immunitarie, con aumento dei fenomeni infiammatori e danni all’apparato cardiovascolare: insomma, un disastro.

È necessario accedere per leggere il resto di questo articolo. Effettua il login o registrati come utente.
È facile, veloce e gratuito! Se non sei registrato puoi farlo da qui => Registrati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.