Con il nostro denaro, vaccini sicuri ed efficaci, in tutti i Paesi del mondo

Pubblicato il 28 Gennaio 2021 in , da redazione grey-panthers
vaccini

Vent’anni fa abbiamo creato una fondazione dedicata alla salute mondiale perché volevamo usare le risorse di Microsoft per aiutare il maggior numero possibile di persone. La salute è la base per una società prospera. Ciò è apparso quanto mai evidente l’anno scorso, quando la pandemia ha sconvolto tante vite, in Italia e nel mondo. Benché la nostra fondazione temesse da tempo un’eventuale pandemia — soprattutto dopo l’epidemia di Ebola nell’Africa occidentale — siamo stati impressionati dalle drammatiche ripercussioni di Covid-19 sull’economia, l’occupazione, l’istruzione e il benessere. In tutta Europa, i Paesi continuano a registrare un numero significativo di contagi e di decessi e devono imporre restrizioni che sono inevitabili, ma che hanno un pesante impatto sulla società e sull’economia.

Se il 2020 sarà ricordato come l’anno in cui una minaccia globale ha raggiunto quasi ogni persona sul pianeta, speriamo che il 2021 sarà ricordato come l’anno in cui il mondo intero ha potuto beneficiare di una soluzione equa ed efficace contro il Covid-19. Se c’è una ragione per essere ottimisti, è che nell’ultimo anno il mondo ha conosciuto il più grande impegno per la salute pubblica della storia: un impegno che coinvolge politici, ricercatori, operatori sanitari, imprenditori, associazioni, comunità religiose e molti altri che, in tutto il mondo, collaborano in modo nuovo.

Un impegno comune è importante perché, in una crisi mondiale come questa, si deve evitare che le aziende prendano decisioni dettate dal profitto o che i governi intervengano per proteggere solo la propria popolazione. Bisogna che persone e interessi diversi si vengano incontro con buona volontà a vantaggio di tutta l’umanità. La filantropia può aiutare a facilitare questa cooperazione. Siccome la nostra fondazione si occupa di malattie infettive da decenni, abbiamo stretto relazioni forti e durature con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, con esperti, governi e il settore privato. E siccome la nostra fondazione si dedica in particolare ai problemi delle popolazioni più povere del mondo, sappiamo quanto sia importante che tutti coloro che partecipano alla lotta contro la pandemia tengano conto anche delle specifiche necessità dei Paesi più poveri.

Ad oggi, la nostra fondazione ha investito 1,75 miliardi di dollari nella lotta contro il Covid-19. La maggior parte di questi finanziamenti è stata destinata alla produzione e all’acquisto di prodotti sanitari essenziali. Per esempio, abbiamo aiutato i ricercatori a sviluppare nuove terapie per il Covid-19 e abbiamo lavorato con i nostri partner per far sì che la formulazione di questi farmaci consentisse di trasportarli e usarli anche nelle aree più povere del mondo, in modo che tutti ne possano usufruire. Abbiamo anche sostenuto iniziative volte a scoprire e distribuire vaccini sicuri ed efficaci contro il virus.

Il fatto che i vaccini contro il Covid-19 comincino già a essere disponibili è una fantastica dimostrazione della forza della cooperazione mondiale. Nessun Paese o azienda avrebbe potuto raggiungere questo risultato da solo. In tutto il mondo, dei finanziatori hanno messo in comune le risorse, dei concorrenti hanno condiviso i risultati della ricerca e tutti hanno beneficiato di anni di investimenti globali in tecnologie che hanno consentito di aprire una nuova era nello sviluppo dei vaccini. Una risposta globale ed equa alla pandemia, volta a promuovere una crescita sostenibile, è al centro del G20 sotto la presidenza italiana, che è appena cominciato. Sviluppare vaccini sicuri ed efficaci è però solo l’inizio. Anche la distribuzione del vaccino è importante. Bisogna far arrivare le dosi a tutti coloro che ne hanno bisogno, ovunque essi vivano. A tal fine, dovremo affidarci a organizzazioni come Gavi, l’Alleanza per i vaccini. Negli ultimi vent’anni, Gavi ha consegnato vaccini a 822 milioni di bambini nei Paesi a basso reddito e partecipa ora alle iniziative internazionali per distribuire i vaccini contro il Covid-19. Per quanto sia difficile immaginarlo adesso, con tante persone che soffrono ancora a causa del Covid-19, questa pandemia un giorno finirà. Quel giorno arriverà grazie a coloro che, in tutto il mondo, hanno collaborato per aiutarci ad attraversare la crisi. Il loro coraggio e il loro impegno ci faranno superare questa pandemia, e noi abbiamo il dovere di ripartire in modo che il mondo intero sia più forte e preparato per la prossima sfida.

Fonte: Corriere della Sera, 27 gennaio 2021- di Bill e Melinda Gates